“Se devi dire una bugia dilla grossa” è arrivato a Verezzi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Una è una “veterana” di Borgio Verezzi, l’altra è al suo debutto al Festival: Paola Quattrini e Paola Barale sono due delle star del ricco cast di “Se devi dire una bugia dilla grossa”, l’esilarante commedia di Ray Cooney (lo stesso autore di “Taxi a due piazze” e di “Chat a due piazze”), che va in scena in prima nazionale l’8 agosto alle 21.30 in piazza Sant’Agostino, dove sarà replicato fino a domenica compresa.

Altri protagonisti della pièce sono Antonio Catania, Nini Salerno e Gianluca Ramazzotti, insieme con Marco Cavallaro e Alessandro D’Ambrosi. La regia è di Luigi Russo, che riprende quella originale di Pietro Garinei, di cui ricorrono i cento anni dalla nascita.

Lo spettacolo, proposto dalla Ginevra Media Prod srl nella versione di Iaia Fiastri, rinfrescata e attualizzata, costituisce infatti un omaggio alla celebre ditta Garinei e Giovannini. Le scene originali sono di Terry Parsons, con il famoso girevole che rappresenta di volta in volta la Hall dell’Albergo e le due camere da letto, dove si svolge la vicenda di un esponente del Governo, che vorrebbe intrattenere relazioni extra coniugali con un membro femminile dell’opposizione. I costumi sono di Silvia Frattolillo.

La trama. In un albergo di lusso, il sottosegretario De Mitri convince il suo portaborse Girini a organizzargli un incontro galante con Susanna, segretaria della Fao, nonostante la presenza nello stesso albergo di sua moglie Natalia. Ma da un errore di identità commesso dal portaborse nascerà una girandola di situazioni tutte legate dal filo doppio della risata: colpi di scena, gags, equivoci, battibecchi, armadi, letti e vestaglie: tutto all’insegna del teatro nato per divertire.

Spiega Ramazzotti, in veste di produttore: «Riprendere uno spettacolo come Se devi dire una bugia dilla grossa, cavallo di battaglia della ditta Dorelli-Quattrini-Guida, dopo più di 30 anni dalla prima rappresentazione del 1986, è come avere in mano una cambiale sicurissima, sia per il pubblico che per i teatri che lo ospitano. La solida struttura comica che caratterizza la commedia, che lo stesso Cooney aveva rappresentato allo Shaftesbury theatre e che fatto il giro del mondo con enorme successo, è un grande ritorno dopo l’ultima edizione del 2000 con Jannuzzo-Quattrini-Testi, sempre per la regia di Garinei».

La biglietteria in viale Colombo 47 è aperta dalle 10.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 18.30 (anche la domenica). Prenotazioni telefoniche allo 019.610167 e via email biglietteria@comuneborgioverezzi.it con lo stesso orario di apertura della biglietteria.

I biglietti sono acquistabili anche al botteghino nei giorni di spettacolo dalle 20.30 alle 21,45. Prezzi:
Primo settore: 29 euro, ridotti 27 euro
Secondo settore: 26 euro, ridotti 24 euro
Muretti: 24 euro
Ridottissimo: 15 euro (ragazzi fino a 11 anni).
Servizio di bus navetta al costo di un euro a tratta con partenza dal piazzale del Teatro Gassman (quattro corse con orario 19.15 – 19.45 – 20.10 – 20.30), e ritorno dal parcheggio di Piazza Gramsci (prima corsa 10 minuti dopo il termine dello spettacolo; tre corse a seguire a circa 20 minuti una dall’altra).

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: