Teatro Studio Uno 17-20 gennaio: Torna in scena “84 Gradini”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Sorprendente monologo scritto, diretto ed interpretato da Giuseppe Mortelliti che ha conquistato nel 2014 Premio Special Off Roma Fringe Festival e il Premio Solo Performance San Diego Fringe Festival del 2015.

“La vita è fatta a scale, c’è chi scende e c’è chi sale”. Partendo da questa nota metafora nasce “84 gradini”, la storia di un uomo che ha vissuto i gradini della propria esistenza sempre di corsa. Nasce in campagna, va a vivere in città. Trova lavoro, si fa grande, conosce l’amore, vive la chiamata ad essere padre. Pensa, ragiona sulle sue azioni.

Assapora tutto ciò che fa parte della vita e nel salire i suoi gradini, non rallenta mai la sua scalata.“84 gradini” è un monologo denso ed ironico che con poesia parla della vita di un uomo di oggi e del lungo percorso della sua esistenza, tra paure, desideri e speranze.

Un performance quella di Giuseppe Mortelliti che con forza ed energia rappresenta quella fuga irrefrenabile verso l’orizzonte, quell’inquietudine umana che ci spinge ad andare sempre avanti e vivere la vita tutta d’un fiato.

Le scenografie di Simone Martino e le musiche originali di Francesco Leineri amplificano la forza del racconto, conducendo lo spettatore ad una riflessione profonda sullo scorrere del tempo e degli avvenimenti, troppo spesso più veloci della nostra stessa consapevolezza.

“84 gradini” dal 17 al 20 gennaio 2019
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).
Ingr. 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00
Per info: 3494356219- 3298027943
www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: