A Firenze per celebrare Leonardo da Vinci

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
In tutto il mondo durante l’anno prossimo si celebrerà la grandezza di Leonardo Da Vinci nel contesto di “Leonardo 2019”: un fitto programma di eventi e iniziative a lui dedicati in occasione dei 500 anni dalla sua morte.

A Firenze, sua città natale, già nel 2018 si può avere un’anteprima delle celebrazioni leonardiane: due mostre e l’apertura di una sala a lui dedicata degli Uffizi. L’Hotel Brunelleschi di Firenze, che ha un rapporto privilegiato con il centro della città, seguendo l’ovvia inclinazione per la storia di Firenze propone un pacchetto per la conoscenza di Leonardo, anticipando così le celebrazioni per Leonardo 2019.

Fiorentino di nascita e nel cuore, artista poliedrico, scultore, architetto, ma anche inventore, militare, ingegnere e disegnatore: Leonardo è il modello dell’uomo rinascimentale e una delle figure-icona della storia dell’umanità. Leonardo è legato a Firenze non solo per provenienza: qui cominciò anche la sua carriera, presso la bottega del Verrocchio, e tornò nella città natale nel 1503 dopo aver trascorso venti anni fra Milano, Venezia, Mantova.

L’Hotel Brunelleschi, situato a due passi dal Duomo e membro degli Esercizi Storici Fiorentini grazie all’inclusione nella sua struttura della torre più antica della città, dei resti di una chiesa medievale e di un museo privato nelle sue fondamenta, propone un pacchetto dedicato alla scoperta delle origini del Genio, con un tuffo nella storia attraverso l’esplorazione del piccolo borgo di Vinci, la sua città natale, la sua casa d’infanzia ed il museo a lui dedicato con tutte le sue invenzioni, disegni e scritture.

Pacchetto “Vacanze a Firenze con Leonardo Da Vinci”
Nell’offerta speciale dedicata a Leonardo Da Vinci sono inclusi: aperitivo di benvenuto all’arrivo in hotel; due o più notti in una camera o suite a scelta; prima colazione con ampia varietà di piatti caldi e freddi; tour guidato di una giornata che comprende transfer privato per massimo 8 ospiti per Vinci, guida turistica locale per visitare il borgo, entrata nella casa di Leonardo, visita del museo con invenzioni, disegni e scritti e pranzo in agriturismo per godere dei sapori del territorio (intera giornata organizzata dall’agenzia “Made of Tuscany”). Inoltre ingresso gratuito al Museo privato dell’hotel, il “Museo della Pagliazza”, contenente un Calidarium delle terme romane, un hammam utilizzato nell’antichità per la sauna e una collezione di ceramiche rinascimentali; connessione ad internet wi-fi ad alta velocità; accesso alla sala fitness con attrezzature Technogym.
Prezzo in camera doppia a partire da Euro 634 per persona ( pacchetto di 2 notti)

Eventi a Firenze per Leonardo 2019
Mostra “Da Vinci Experience”
Può essere considerata l’anteprima degli eventi che Firenze dedicherà al genio di Leonardo. La mostra multimediale è visitabile fino al 4 novembre nella Chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte, in anteprima mondiale.
L’Experience mette in luce l’eclettismo del Maestro includendo: l’esposizione di riproduzioni di codici e disegni; modelli delle macchine leonardesche a grandezza naturale e in scala; uno spettacolo multimediale di 45 minuti dedicato alle sue opere, con musiche e proiezioni; l’esperienza di realtà virtuale 3D che permette di scoprire i dettagli e i meccanismi che azionano quattro delle macchine progettate da Leonardo (carro armato, vite aerea, barca a pale e macchina volante); un cartone animato proiettato con il sistema 10D, che grazie a luci, suoni, movimenti, acqua, bolle e vento rende il mondo virtuale reale per alcuni minuti.

Mostra “Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci”, agli Uffizi
Il codice, una delle opere più importanti del Maestro, sarà esposto agli Uffizi nell’Aula Magliabechiana dal 29 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019, prestato alla città dal suo proprietario: Bill Gates. I temi dell’acqua e dell’ambiente sono il filo rosso che lega le 72 pagine del manoscritto, scritte tra il 1504 e il 1508, fitte di geniali annotazioni e di straordinari disegni. Grazie ad un innovativo sussidio multimediale, il Codescope, il visitatore potrà sfogliare i singoli fogli sugli schermi digitali, accedere alla trascrizione dei testi, e ricevere molteplici informazioni sui temi trattati. Saranno esposti anche alcuni spettacolari disegni originali di Leonardo realizzati in quegli stessi anni, una stagione davvero magica della storia di Firenze.

Nuova sala dedicata a Leonardo agli Uffizi
È stata da poco inaugurata una nuova sala all’interno del Museo degli Uffizi: la sala 35 dell’ala di ponente degli Uffizi, una nuova collocazione delle opere della giovinezza di Leonardo, dei primi anni a Firenze (1475-1482). Ospita tre dipinti: il Battesimo di Cristo, l’Annunciazione, l’Adorazione dei Magi, lasciata incompiuta al momento in cui Leonardo partì per Milano nel 1482.

Alla base di questa scelta un principio narrativo cronologico della Galleria: la Sala di Leonardo è collocata immediatamente dopo le sale dedicate al ‘400 fiorentino precede quella dedicata a Michelangelo e Raffaello.

Le opere sono state inserite in teche che garantiscono una situazione microclimatica ottimale, riducendo al minimo l’impatto del calore e dell’umidità prodotti dall’ingente flusso turistico. Sono chiuse da speciali vetri che annullano gli effetti di rifrazione della luce, a tutto vantaggio dei visitatori che potranno ammirare le opere senza l’interposizione di barriere apparenti.

L’Hotel Brunelleschi
L’ingresso dell’Hotel Brunelleschi dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel, uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. È stato segnalato nella Guida Michelin 2018 con il punteggio di 3 forchette e 1 piatto e dalla guida gastronomica de L’Espresso con un cappello.

Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e una cucina raffinata. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30. Ogni venerdì e sabato ospita la rassegna gourmet dei sabati enogastronomici.

Dal 2017 la proposta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Rocco De Santis. Completano la squadra il Restaurant Manager Domenico Napolitano e il Sommelier Alessandro Fè.

La più informale “Osteria della Pagliazza” apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: