Codacons su Roma rifiuti, tutti i residenti possono costituirsi parte offesa e chiedere 2.000 euro di risarcimento per danno da mancata raccolta dei rifiuti

CODACONS lancia costituzione di massa dei cittadini romani nell’inchiesta della Procura. Sul sito dell’Associazione l’atto da mandare alla Procura

Nuova iniziativa legale del Codacons sul fronte dell’emergenza rifiuti a Roma. L’associazione avvia infatti una costituzione di parte offesa di massa dinanzi la Procura della Repubblica per conto di tutti i cittadini romani danneggiati dalla mancata raccolta della spazzatura.

Come noto nei giorni scorsi la magistratura capitolina ha aperto una formale indagine sul caos rifiuti a Roma, a seguito dell’esposto presentato dal Codacons per il rischio di epidemia e reati ambientali.

La decisione della Procura permette ora a tutti i soggetti lesi dagli illeciti per cui si procede di inserirsi nell’inchiesta in quanto parti offese, e chiedere un equo risarcimento nel caso in cui si arrivi a processo.

Per tale motivo il Codacons lancia una costituzione di massa di tutti i cittadini residenti a Roma, che possono scaricare dal sito dell’associazione il modulo da presentare alla Procura per inserirsi in qualità di parte offesa nell’inchiesta penale e avviare l’iter per richiedere fino a 2mila euro di risarcimento ad utente, in relazione al danno ambientale e sanitario legato alla mancata raccolta dei rifiuti e per il degrado subito nonostante il pagamento della Tari.

Per info e adesioni https://codacons.it/emergenza-rifiuti-a-roma/

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.