Mercoledì Rosa: Santa Rita da Cascia Hospital per la prevenzione delle patologie ginecologiche femminili

Fino al 30 giugno, ogni mercoledì, presso la struttura di Prati, visite ed esami a tariffa agevolata

Circa l’80% delle donne in età fertile si sottopone a scopo preventivo a periodiche visite ginecologiche: un numero che mette in luce l’attenzione crescente che le italiane danno alla propria salute; è questo un fenomeno agevolato in presenza di programmi di screening organizzati (Dati Passi 2015-2018).

Sono oltre 2.300 le nuove diagnosi registrate ogni anno Italia di tumori della cervice in forma iniziale (Dati AIRC): questa patologia, quando diagnosticata precocemente, permette una cura completa.

Per sostenere questo trend positivo e facilitare l’accesso alle cure, Santa Rita da Cascia Hospital, ospedale romano di GVM Care & Research accreditato con il SSN, presenta l’iniziativa dei Mercoledì Rosa: ogni mercoledì pomeriggio, presso la struttura del rione Prati, dalle 15:00 alle 20:00, sarà possibile sottoporsi a un controllo ginecologico a tariffa agevolata su prenotazione per la prevenzione di patologie femminili, come il Papilloma Virus o le forme tumorali a carico dell’ovaio e dell’utero.

screeningI Mercoledì Rosa, iniziativa valida fino al 30 giugno 2020, permettono alle pazienti di prenotare un pacchetto completo di visita ginecologica, ecografia transvaginale e Pap test.

Le tre prestazioni mediche incluse nel pacchetto consentono al ginecologo la diagnosi ed eventualmente la prescrizione di un piano di trattamento laddove necessario: la visita ginecologica prevede una prima fase di colloquio e anamnesi per fare un quadro di eventuali sintomi, fastidi e farmaci già in uso riportati dalla paziente.

Poi il ginecologo procede ad un’ispezione esterna dei genitali e dunque a quella interna; l’ecografia transvaginale è la metodologia diagnostica più comune per ottenere immagini dettagliate degli organi interni dell’apparato genitale femminile; il Pap test è, infine, un esame di screening generalmente dedicato alla prevenzione del tumore al collo dell’utero. Si esegue prelevando un campione di cellule dalla cervice uterina con un tampone; l’analisi di questo permette di individuare eventuali cellule tumorali o tracce di infezioni.

“La visita ginecologica è indicata a tutte le età – specifica il Dott. André Chakargi, specialista in Ginecologia presso Santa Rita da Cascia Hospital di Roma –, specialmente nel caso di sintomi comuni, come dolore, sanguinamento, bruciore durante la minzione, disturbi localizzati nel basso ventre. Anche in assenza di sintomi, comunque, è consigliato sottoporsi periodicamente ai controlli ginecologici.

Nelle fasi iniziali, infatti, alcune patologie possono risultare asintomatiche. Proprio per questo la prevenzione è la scelta raccomandata per arrivare all’obiettivo della diagnosi precoce: quanto prima si riesce a individuare una patologia, tanto maggiori sono le possibilità di trattarla con successo”.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.