ViviRoma Magazine in 30 cover

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

ANTHOLOGY
LA STORIA DEL VIVIROMA MAGAZINE IN 30 COVER!
di Massimo Marino

Ho selezionato 30 copertine, tra le oltre 300 cover, che penso possano rappresentare l’evoluzione di questa storica testata e, forse, anche il cambiamento delle mode e delle tendenze di Roma dalla fine degli anni 80 ad oggi…

 

 

 

1) Ovviamente comincio col numero ZERO, datato giugno 1989: numero sperimentale composto di sole 16 pagine delle quali la metà in bianco/nero. In copertina ecco una giovane Carmen Russo con il neo marito Enzo Paolo Turchi. Ai tempi non avevo neanche un conto corrente, ma grazie alla locandina murale VIVIROMA (una sorta di nottola dei locali notturni che attaccavo personalmente in bar, pizzerie e locali pubblici), che stampavo già da un paio di anni, mi ero guadagnato la fiducia del tipografo Roberto Medei che accettò il pagamento con una cambiale. Ovviamente, per far fronte all’impegno economico mi rivolsi ad amici e conoscenti che già pubblicizzavo sulla locandina, oltre a persone a me vicine, come il mio dentista e, appunto, a Carmen e ad Enzo di cui frequentavo i loro corsi di danza moderna presso la loro scuola “University Ballet” in Via Giulia. Mi ricordo con tenerezza: un giovane 29enne che dormiva massimo 3/4 ore e la mattina di corsa in tipografia a seguire l’impaginazione che, ai tempi, era ancora fatta con le pellicole montate a mano pezzo per pezzo perchè ancora non usavamo il pc.

 

2) Passiamo ad aprile 1992 dove ho iniziato a manifestare la mia personalità libertaria e “fuori dal coro” dedicando una cover con intervista alla mitica, VERA E FORSE UNICA DIVA DELL’HARD, Moana Pozzi deceduta, poi, il 15 settembre 1994 in circostanze, ancora oggi, poco chiare. Dedicare una copertina ad un personaggio “scomodo” come poteva essere una pornostar, in quei primi anni 90 dove le star del porno erano relegate nelle riviste “solo per adulti” ed acquistate per lo più nelle edicole notturne magari nascoste nel quotidiano, ci volle una buona dose di coraggio e forse di irresponsabilità…Ovviamente fiero di averlo fatto!

 

 

 

3) Eccoci al gennaio 1993, dove ViviRoma iniziava ad essere un riferimento per la movida romana al punto da organizzare feste e party come accadde, appunto, in quell’anno all’Alien di Via Velletri con Marco Bornigia al timone e, gran cerimoniere, l’onnipresente “pierre” Angelo Ciccio Nizzo. Tra gli ospiti dell’evento c’era l’artista body-painter Carlo Saggy che fece quest’opera sul decolletè prosperoso di una bella ragazza di buon auspicio….VOLA VIVIROMA

 

 

 

 

4) E preso alla lettera l’augurio di Carlo Saggy il mese successivo iniziammo a guardare oltre il confine nazionale regalandoci una cover internazionale alla cantante MADONNA che si apprestava a portare in giro per il mondo il concerto ‘The Girlie Show Tour’ per promuovere l’album EROTICA.

 

 

 

 

 

5) Il 1993 dimostrava di essere un anno di vero fermento artistico, creativo e ricco di soddisfazioni per il ViviRoma grazie anche a collaboratori validi e appassionati come il nostro indimenticabile art-director dell’epoca Alessio Romano che riuscì nell’impresa di coinvolgere una grande azienda di occhiali da sole che ci commissionò un fighissimo redazionale sulla moda occhiali e per la prima volta usammo il photoshop per caratterizzare, per la cover, una foto in bianco/nero di una modella colorandole labbra e capelli con tonalità fluo!

 

 

 

 

6) Energia e voglia di fare non mancavano quindi perchè non organizzare un concorso di bellezza patrocinato e organizzato proprio dal ViviRoma? Ed ecco, dopo alcune serate nelle migliori discoteche romane, l’elezione di Francesca Addati, la prima MISS VIVIROMA immortalata in questa copertina di agosto-settembre 1993!

 

 

 

 

 

 

7) Chiudiamo il 1993 molto forte con questa cover di gennaio 1994 dove, grazie ai mille contatti che ci eravamo procurati, riuscimmo ad “imbucarci” ad una festa, in una sorta di garage alle spalle di via Tagliamento, dove si teneva una sfilata di moda molto particolare con modelle bellissime e trasgressive: dragqueen e gay rigorosamente SADOMASO STYLE di un giovane ed eclettico stilista emergente. Noi, visto il look presentato in passerella, decidemmo di realizzare il servizio fotografico in bianco/nero …Un successone! E tra i mille complimenti ne ricordo uno che disse: “Questa rivista è realizzata molto in stile londinese…”

 

 

 

8) Quella a Lorenzo Cherubini, in arte JOVANOTTI, fu la prima vera intervista “made in ViviRoma” a un big della musica italiana. Lo conobbi al Soul2Soul, locale di black music gestito dal mitico Oustin, che da Trastevere si spostò in via Aurelia e Jova, molto cordialmente, fu subito disponibile a farsi fotografare mentre mixava in consolle e il giorno dopo lo intervistammo con tutta calma!

 

 

 

 

 

9) Per realizzare la cover di febbraio 1995 l’occasione fu una trasferta del ViviRoma alla Fiera del SILB (sindacato italiano locali da ballo) a Rimini dove andammo per promuovere il nostro mensile sia in Fiera che, poi, la notte nei vari club tra Rimini e Riccione dove regnavano personaggi come il Principe Maurice e la contessa Pinina Garavaglia, animatrice al Cocoricò. “Scattammo” la foto-copertina tra due cubisti vestiti da guerrieri teutonici e realizzammo un interessante redazionale sulle ultime novità tecnologiche proposte in Fiera.

 

 

 

 

10) Saltiamo a giugno 1996 la location è Capocotta, o meglio conosciuta come “Il buco”, dove il “domatore” delle pornostar Riccardo Schicchi, per pubblicizzare la sua “Erotica Tour”, si presentò in spiaggia con tutte le star e stelline del suo harem tra cui: Eva Henger, Barbarella, Pussycat, Baby Pozzi, Valentine Demy, l’allora regina degli scambisti Giovanna La Sibilla e tante altre stelline di mare…Fu una giornata molto calda in tutti i sensi….Tra le altre cose in questa cover pubblicizzammo il nostro esordio in radio con il programma VIVIROMA ON THE AIR trasmesso su Power Station 89.3 con Massimo Marino, Klaus Mondrian e in regia Luca Cucchetti!

 

 

 

11) Ma ViviRoma ha sempre saputo interessarsi con disinvoltura di profano e di sacro quindi ecco la cover di novembre 1996 dedicata al “World Food Day”, evento organizzato dalla FAO, contro la fame nel mondo: tra gli artisti partecipanti c’erano Claudio Baglioni, Francesco De Gregori, Luca Carboni, Khaled, i Fun Lovin Criminals, e Youssou N’Dour con Chekh Lo, gli ultimi due entrambi intervistati in esclusiva, nell’albergo dove pernottavano, dal nostro Reo Confesso per ViviRoma!

 

 

 

 

12) E a proposito di buoni sentimenti e di impegno civile eccovi questa copertina benaugurale risalente a dicembre 1996 dove abbiamo reclutato, tra amici e conoscenti, persone di diverse etnie per augurare un buon Natale al mondo intero! P.S.: al centro della foto poso anch’io celato dietro un occhialetto a lenti tonde con proverbiale pizzetto…

 

 

 

 

 

13) Nella seconda metà degli anni novanta ancora non era ben chiaro come regolamentare legalmente i club privè per coppie e single oltre a altre tematiche legali inerenti il mondo della trasgressione quindi ritenemmo di dover intervistare la pornostar Jessica Rizzo, che in quel periodo era presidente onorario della FederSex, e nel ViviRoma di febbraio 1997 ci spiegò come potersi difendere da certe pressioni di poliziotti che interpretavano la legge in modo personale e non aderente alle allora leggi vigenti.

 

 

 

14) Ricordate Dolly la pecora clonata e tutto il clamore destato dall’evento? Correva l’anno 1997 e ovviamente anche noi di ViviRoma scrivemmo al riguardo, ma alla nostra maniera: ad esempio mettevamo in risalto la nostra preoccupazione su un’eventuale clonazione dell’essere umano…La nostra risposta fu che non sarebbe mai successo visto che la maniera “tradizionale” per procreare è così divertente perchè avremmo dovuto ricorrere alla scienza? Ma sarebbe potuto anche succedere che alla morte della nonna avremmo potuto usare un clone per continuare a ritirare la pensione…E poi ci sarebbe stata la possibilità dell’ubiquità, in caso di bisogno di un alibi e stupidaggini varie…oltre al fatto, molto più serio, che poteva essere la volta buona per realizzare il sogno del Terzo Reich

 

 

15) Nel 1997 arrestarono Riccardo Schicchi accusandolo (ingiustamente a mio parere…) di sfruttamento della prostituzione e di aver introdotto illegalmente in Italia persone extracomunitarie… Squilla il telefono ed era Riccardo che dagli arresti domiciliari a casa sua sulla Cassia mi chiede se fossi interessato a intervistarlo …”Certo che si!” gli rispondo. Immediatamente vado con un fotografo a intervistarlo fermandomi prima in un negozio di giocattoli per comprare delle finte manette per fare una foto shock da copertina…La curiosità sta nel fatto che appena uscita la rivista (gennaio 1998) una copia finì tra le mani del magistrato che spiccò subito un nuovo mandato di cattura perchè Riccardo aveva il divieto di rilasciare interviste e non poteva ricevere persone in casa…

 

 

16) In questa coloratissima e “frociona” cover di aprile 1998 il nostro inviato Klaus Mondrian fece un interessante reportage dal raffinatissimo “Museè de l’erotisme” nel quartiere a luci rosse di Pigalle proprio sotto il quartiere intellettual-chic di Montmartre, oltre a recensire per noi il “Queen” con sexy-man, drag s&m con 40 cm di tacco a spillo, trans mascoline con corsetto vittoriano e torace palestrato, ipergay con trucchi esagerati . Tutto questo si replicò poi negli anni a seguire nella nostra Roma godona sempre pronta a recepire le nuove tendenze dal mondo …

 

 

 

17) Dopo una puntata ZERO sperimentale mandata in onda alle 3 del mattino a luglio 1998 sulla celeberrima ai tempi TeleVita canale 65 (oggi non esiste più …), quando l’etere viaggiava ancora in analogico, ecco la copertina di ottobre 1998 che annuncia l’esordio ufficiale di VIVIROMA TELEVISION che presto diventerà un vero cult in tutto il Lazio grazie a un format borderline , “anomalo” e avanguardistico ….Il fatto che il primo servizio in assoluto fu registrato al Sexyshop Beautiful, con la mia impacciata conduzione, la dice lunga su quello che diventerà col tempo questo programma: un appuntamento irrinunciabile per tutti i lussuriosi e gaudenti dei palinsesti notturni televisivi e lo sdoganamento in TV a categorie da sempre emarginate o comunque snobbate…

 

 

18) Altra cover che “spacca”: siamo a fine millennio e l’hip hop americano ha gia creato tanti estimatori anche in Italia, ma forse colui che ha reso questo genere musicale veramente conosciuto al grande pubblico è stato Tommaso Zanello, in arte PIOTTA, che esplode con il brano “Supercafone”’ nella primavera del 1999. Piotta è mio amico e quindi si concede amichevolmente per un’intervista a 360 gradi sul ViviRoma di luglio/agosto 1999 col nostro inviato al quale parla di musica, di sociologia, di politica usando rigorosamente il dialetto romano…

 

 

 

19) Cover decisamente rock ad agosto 2007 con Mick Jagger, leader dei Rolling Stones, che è in tour mondiale con il “Bigger bang Tour” e tra le tante tappe internazionali c’è stata anche quella di Roma, unica data italiana, il 6 luglio allo stadio Olimpico che noi di Viviroma non ci siamo persi. Il concerto ebbe così tanto successo che convinse i mitici rockers a tornare ad esibirsi a Roma sette anni dopo nel 2014 al Circo Massimo!!!

 

 

 

 

20) Esce il 7 marzo 2008, esattamente in 835 sale in Italia, il film “Grande grosso e Verdone” dove tra i protagonisti che recitano a fianco del mitico Carlo Verdone ci sono anch’io nel ruolo divertentissimo di un impresario di pompe funebri cocainomane e senza scrupoli. Grandissimo successo di pubblico e ovviamente noi di ViviRoma non ci siamo fatti scappare l’occasione di intervistare Carlo Verdone dedicandogli la cover di marzo 2008!

 

 

 

 

21) Ad aprile 2008 abbiamo festeggiato i primi 20 anni del ViviRoma con una megafesta allo Zodiaco, il locale a Monte Mario noto per la sua straordinaria panoramica su Roma, con tanti amici e personaggi dello spettacolo tra cui Leonardo Pieraccioni, Fabio Testi, Emanuela Tittocchia, il principe Giovanelli, Alessandro Serra, Stefano Natale, il fotografo delle dive Bruno Oliviero, Milly D’Abbraccio, Riccardo Schicchi, oltre a tutta la redazione in gran spolvero…Doverosa la cover autodedicata con il mio racconto dell’evento!

 

 

 

22) La cover di gennaio 2009 l’ abbiamo dedicata alla giovane attrice e conduttrice Lodovica Mairè Rogati che probabilmente potrebbe essere sconosciuta al grande pubblico, ma l’abbiamo voluta inserire tra queste trenta cover perchè tra tutti i numeri di ViviRoma che abbiamo pubblicato nel formato digitale su ISSUU è quella prima classificata grazie alle circa 400.000 visualizzazioni …d’altronde sarà poco conosciuta, ma sicuramente è una gran bella donna!!!

 

 

 

23) Siamo nel 2010, esattamente nel mese di dicembre, notoriamente il mese dei “cinepanettoni”, questa cover è dedicata al film “A natale mi sposo” con Massimo Boldi, protagonista assieme a Enzo Salvi, Nancy Brilli, Biagio Izzo, Elisabetta Canalis, Massimo Ceccherini e con me, al mio esordio nei cinepanettoni, dove interpreto le improbabili vesti di un prete coatto, dopo le esperienze attoriali in “Un estate al mare” e “Grande grosso e Verdone”!

 

 

 

24) Marzo 2011, ancora cinema in copertina, ma rigorosamente “romano” con gli attori comici Enzo Salvi e Maurizio Battista nel loro film “Una cella in due” dove, ancora una volta, ho partecipato interpretando il ruolo di un particolare direttore cocainomane di un autosalone …

 

 

 

 

 

25) Ma ViviRoma non ha perso la sua peculiarità di essere una testata libera che precorre i tempi, quindi, ecco a gennaio 2012 la copertina dedicata (forse per la prima volta, almeno in Italia…) a Vladimir Luxuria, nota transessuale venuta alla ribalta come frontwoman di “Muccassassina” la nota serata gay friendly che si svolge a Roma, ed ex attivista del Circolo di cultura omosessuale “Mario Mieli” poi passata alla TV in programmi generalisti come “L’isola dei famosi”, che vinse nel 2008, e dove tornerà, ma nelle vesti di opinionista e di inviata…

 

 

 

26) Altra cover che ha fatto parlare questa di febbraio 2014 dedicata a Sara Tommasi la showgirl di cui si sono spesi fiumi d’inchiostro sulle riviste di gossip e sui social network per la sua storia umana tormentata: giovane studente della Bocconi raggiunge il successo in TV, ma poi intraprende una triste spirale verso il basso tra alcuni accostamenti al “caso Ruby”, la pornografia e le sostanze stupefacenti. Poi Sara si riprende la sua vita e torna a essere una ragazza serena…

 

 

 

 

27) Luglio/agosto 2015 cover in perfetto stile “flower party” con Le Donatella, le due gemelline scoperte dal programma televisivo “X Factor” e poi consacrate grazie alla vittoria ottenuta all’Isola dei Famosi edizione 2015. Nell’ intervista le sorelline ci hanno raccontato la loro esperienza sull’isola e confidato cosa sperano per il loro futuro artistico e personale…

 

 

 

 

 

28) E dopo averla corteggiata per lungo tempo (quando ancora non si sapeva del suo futuro exploit con il film “Lo chiamavano Jeeg Robot” …) siamo riusciti ad intervistare la dolcissima Ilenia Pastorelli, ex concorrente del Grande Fratello, ma sopratutto vincitrice del David di Donatello con il film di Gabriele Mainetti grazie al quale ha poi avuto l’opportuntà di lavorare anche con Carlo Verdone nel film “Benedetta follia”. Una bella e brava ragazza romana che, a nostro parere, merita tutto il meglio che desidera per la sua spontaneità e la sua delicatezza nel rapportarsi col prossimo.

 

 

 

29) Con questa cover ViviRoma torna a guardare oltre i confini nazionali intervistando in esclusiva la cantante LP che, almeno in Italia, si è fatta conoscere con il brano “Lost on you” (successo mondiale) presentato da Fabio Fazio a “Che tempo che fa” su Rai 3 e per la sua voce particolare alternata a dei singolari momenti fischiettati. Nell’intervista al ViviRoma si racconta a tutto tondo!

 

 

 

 

 

30) E la 30a cover prescelta non potevamo non scegliere questa dedicata al mitico Vasco Rossi a dicembre 2016… L’occasione è l’uscita della sua antologia musicale e storica per commemorare i suoi 40 anni di palco: VASCONONSTOP da “Un mondo migliore” a “Jenny” 69 canzoni in ordine cronologico. Nel servizio Vasco ci racconta episodi, aneddoti, storie, stati d’animo della sua longeva carriera dove ci piace immaginare il concertone dei 220.000 non un finale, ma un grande successo a cui ne seguiranno tanti altri…Ma anche se così non fosse noi lo ringraziamo per tutte le emozioni che ci ha già regalato!

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

Massimo Marino

Sono un caronte 2.0 che vi racconta e vi porta nella vita notturna e non solo...

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: