Caravaggio e il carnevale

Caravaggio e il carnevale surreale.

Si avverte un rumore di passi accentuato dai tacchi che echeggiano sulla strada coperta dai sanpietrini.
Caravaggio si aggira smarrito per una Roma moderna, che non conosce.

Entra nella sua barberia, quella dov’era abituato ad andare, ma vi trova i discendenti di quello che era il suo barbiere.

Un mix fantasioso tra passato e presente, che vede protagonisti i due barbieri di oggi e il pittore in un’esilarante confronto.

Un tuffo nel passato in un presente improbabile, non aggiungo altro.

Spendo due parole sulla barberia.

Sita in via dei Portoghesi, proprio sotto la torre medievale della scimmia.

Una bottega di altri tempi, suggestiva, che al suo interno espone opere di giovani artisti moderni e che accoglie una clientela d’elite, quella che abita o che lavora al centro.

Ricca di boccette policrome, con profumi, dopobarba, prodotti di ogni tipo per i clienti più difficili. Le poltroncine che abbiamo visto in tanti film passati, un po’ vintage e un po’ retrò, così come i molti oggetti e le suppellettili che fanno dell’ambiente un luogo accogliente, stimolante, tutto da scoprire.

Simpatici i due barbieri che si sono prestati per dare vita alle riprese con il loro particolare cliente e, pur non essendo attori, sono stati al gioco e hanno superato la prova.

Il resto del cortometraggio vedrà Caravaggio impersonato da un ombroso, affascinante e smagliante Valerio Di Benedetto assieme al suo amico di sempre Onorio, nella persona di Luca Basile, colui che ha anche scritto i dialoghi.

I due ripercorreranno le imprese e i vicoli che il pittore ha attraversato nel lontano XVII secolo.
Oggi il Carnevale Romano festeggia proprio lui, a 450 anni dalla sua nascita.

La storia si svolge nell’ Annus Horribilis (in contrapposizione con il termine più usato e positivo Annus Mirabilis), come venne definito e come ho scoperto essere stato definito anche il passato 2020 a causa della pandemia.

Papa Clemente VIII trasformerà la capitale, con un drastico provvedimento contenuto nella Bolla “Annus Domini Placabilis”, che impone il divieto di festeggiare il Carnevale, in un luogo spettrale, inanimato, non diverso da come abbiamo trovato noi il centro storico durante le riprese a causa del coprifuoco indetto per le restrizioni anticovid.

I nostri si aggirano per via dei Portoghesi, via dei Soldati, via dei Coronari, via dell’Orso, via dei Pianellari, Piazza Navona e via Sant’Agostino… trovate buie, o flebilmente illuminate, completamente svuotate di ogni presenza, se non qualche passante che rientra furtivamente in una di queste storiche case o che passeggia distrattamente col suo cane.

Un’atmosfera che rende suggestive le riprese ad opera di Leonardo Petrillo. Lui, con tutta la sua troupe e i due attori, hanno cercato le location più suggestive e più rievocative per dare vita ai dialoghi e per fare da cornice ai personaggi.

Tredicesima edizione, questa, del Carnevale Romano che ha scelto come padrino d’eccezione Caravaggio, omaggiandolo con il cortometraggio.

Ho avuto modo di seguire le riprese ed assistere a tutto ciò che è accaduto nel backstage: prove di ripresa, audio e luce, inquadrature, cambiamenti di copione, improvvisazione. Non sono mancati imprevisti di ogni genere:

Abitanti del luogo che si affacciavano alle finestre incuriositi dalle voci recitanti degli attori e che, loro malgrado, interrompevano la scena; automobili che sopraggiungevano all’improvviso dal buio; gruppi di gabbiani che garrivano improvvisamente; passanti solitari indecisi se attraversare o meno il set o rimanere affascinati a guardare.

Senza contare qualche festicciole, non proprio autorizzata considerato il periodo, che abbiamo visto svolgersi in alcuni appartamenti privati dai quali arrivavano luci, musica e grida di giovani a riempire i vicoli di una Roma spettrale, altrimenti buia, solitaria ma sempre affascinante.
I nostri attori e la troupe hanno dato il meglio di loro per riportare in vita le vicende riguardanti la storia di Caravaggio.

https://www.facebook.com/CarnevaleRomano/

Home

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

Avatar

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com