Teatrovid-19: il teatro nei cortili

TEATROVID-19 il teatro ai tempi del corona attraversando la terza fase (questi riescono a fare teatro!)

Quelli della ‘Città Ideale’ hanno fatto un altro centro, con due date: 10 e 11 dicembre al Quarticciolo e 12 e 13 a Primavalle.
Questo si che è vero teatro di strada!

L’idea è di Fabio Morgan che, dopo aver presentato questo progetto, vince un bando di concorso per poterlo realizzare. La risposta arriva però solo a novembre e il povero Leonardo Buttaroni, in una sola settimana di tempo, riadatta il dramma di Romeo e Giulietta in una versione anni ’80.

Poi passa la palla al suo cast, che in sole tre settimane di prove è prontio per portarlo in scena.
La location è quella dei cortili giardino delle case popolari dell’Ater.

Due comitive rivali ( Montecchi e Capuleti) di un qualsiasi quartiere di periferia si contendono la zona e si odiano reciprocamente, mentre Romeo e Giulietta, ognuno della fazione opposta, all’odio antepongono l’amore innamorandosi l’uno dell’altra. Luci, colonna sonora un ricco repertorio attinto agli anni ’80 fanno il resto.

Questo evento non può non riportarmi alla mente quello a cui assistetti poco tempo fa all’interno di Villa Gordiani con il progetto ‘I Nasoni raccontano’, sempre ad opera della ‘Citta Ideale’ di cui già ho parlato su questa pagina e che coinvolgeva una parte del cast presente stasera.

Insomma, se la gente non può andare al teatro, il teatro va a casa della gente, più geniale di così!

‘Ogni artista ha l’obbligo di creare sempre modelli nuovi che rispondano alle esigenze reali’ dice Leonardo Buttaroni.
Fabio Morgan, invece, dopo aver fatto un giro all’interno dei cortili delle case popolari, ha scorto una scritta su un muro che lo ha ispirato e che diceva: ‘Non si può fare la quarantena in 20 metri quadri’. Un grido di aiuto, una richiesta di attenzione, secondo Fabio.

Lo spettacolo in qualche modo abbraccia questo grido e arriva in soccorso. Una forma di solidarietà in un momento difficile sia per chi è costretto in quei 20 metri quadri, sia per il teatro e per gli artisti, che grazie alla pandemia si sono ritrovati disoccupati.

Come dai palchetti di un teatro all’italiana, la gente dal proprio balcone, senza fare assembramenti, può assistere allo spettacolo.

Le finestre si illuminano al rumore, ai suoni e agli inviti degli artisti che provengono dal cortile. Poi appaiono timidamente delle sagome nere, senza identità, che la luce alle loro spalle rende tutte simili. Sono anziani, giovani, ragazzini che si affacciano interessati e allora partono risate, applausi, incitamenti, fotografie, battute…

Lo spettacolo valorizzato da un valido staff di tecnici ha nel cast questi bravissimi attori: Tiziano Caputo (Tebaldo) con atteggiamenti da vero duro; Matteo Cirillo (Romeo) in una versione di simpatico sempliciotto; Ilario Crudetti (Padre Lorenzo) che rifa’ il verso ad una sorta di Don Abbondio, particolarmente attratto dagli stupefacenti; Chiara David (Giulietta), deliziosa come sempre, ma che si propone in versione super borgatatara; Alessandro Di somma (Sansone), un coatto della banda che quando si emoziona perde la parola suscitando l’ilarità del pubblico,,e cheio ‘veste’ (è proprio il caso di dire così) i panni della Balia di Giulietta, un travestito divertentissim. Iinsieme aRomeo èo uno dei personaggi più divertenti della serata.

ErmenegildoMarciante (Benvolio), un buffo personaggio che dovrebbe essere un duro e che segretamente nasconde una passione per Tebald; Diego Migeni (Mercuzio) l’altro duro, efficace antagonista diTebaldo;, Emiliano Morana (Eschilo), una sorta di boss della zona, forse il personaggio più temibile che, poi rtroviaamo nei panni di un ragazzo che fa da spalla a padre Lorenzo.

In ultimo, ma nonultimo,o RiccardoViola,a un vero menestrello che con la suachitarra cantaadurante i cambi dii scena dei suoi colleghi.
Questa di stasera è la seconda replica, volete sapere com’è andata la prima? Ce lo racconta MatteoCirillo.:’

La prima data di Romeo e Giulietta è andata! A fine spettacolo un anziano signore mi ferma e mi dice:
– oh, bravi, io stavo ‘anná a casa, poi ho visto le luci e meso’o fermato a vedevve, bravi!
– Grazie!
– Ma lo spettacolo come se chiama?
– Romeo e Giulietta.
– E chi l’ha scritto?
– Shakespeare.
– Bravo! È uno de voi?

È propriovero,o quando si dice Shakespeare uno di noie nostro contemporaneo. La saggezza delpopolo’..

Eancora.:’Anche la seconda replica di Romeo e Giulietta è andata con diversi commenti:
-“Ma quello è il prete infame de Tor Pigna”( riferito all’attore che interpreta FrateLorenzo)..
-MMortaccivostrai, meso’o morto de freddo alla finestra ma me o’ tajato dallerisate.” (spettatore affacciato alla finestra).
:
-Ahma’, n’è morto n’artro
(bambino affacciato alla finestra che tiene aggiornata lamamma sulla morte di Tebaldo,amentre lei è intentaa a preparare la cena)’.

Tutto è adattato all’ambiente, ben pensato per il luogo in cui viene proposto: gergo romano, atteggiamenti duri, dialoghi piuttosto esplicit, semplici, canzonatori, ricchi di quelle battute tipiche da bar di periferia, da stadio, da comitiva.

Tutta lastoria,a seppur di fondo drammatica come la volle Shakespeare, è riproposta in chiave ironica e alla portata di tutti e allora Leonardo non può non mettere una partita a pallone dove sfotto’ e provocazioni verbali divertenti sfociano in rissa. Poi aggiunge una serata in discoteca, condisce il tutto con minacce e sfida a coltellate.
Tutto in questocortile chee, solitamente adibito ad incontro per anzianiaa comitivea di adolescenti, aparcheggioi per gli scooter, stasera diviene un palcoscenic nper gli abitanti del quartiere, che divertiti ed incuriositi assistono.
Poi, alla fine di quest’ora e mezza di spettacolo, il pubblico è sceso per complimentarsi e conoscere gli attori, addirittura qualcuno è tornato dopo averli visti il giorno prima…

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=214397556868772&id=100048955877894
7556868772&id=100048955877894

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com