Antonio Cornacchione, palatino scatenato dei diritti a tutti i costi

Come si fanno a coniugare problemi sociali con soluzioni alternative? Delusioni con speranze?
Incubi con sogni?

Si coniugano molto bene, soprattutto se si tratta della commedia “L’ho fatto per il mio paese”.

I due protagonisti sono rispettivamente uno squattrinato sognatore e una ricca ministra.

L’uomo, da sempre in lotta per le ingiustizie e per una società migliore, è prossimo al licenziamento e allo sfratto. Non bastasse, il governo attua una dura riforma delle pensioni, che penalizza, fra i tanti, anche lui.

La ministra, secondo l’uomo, è la concausa dei suoi guai e di altri cittadini nelle medesime condizioni, defraudati di diritti fondamentali come quello, appunto, alla pensione.

Il protagonista si sente in dovere di fare un gesto eclatante, persino eroico, per il bene di tutti, da qui il titolo della commedia.

Sicché, esasperato e determinato, rapisce l’importante donna di governo, rea di avere sottoscritto l’ingiusto provvedimento per cercare di farla tornare sui suoi passi.

Un finale inaspettato e colorato di rosa, ci dice che ogni difficoltà e ingiustizia può e deve essere superata, ma dipende da tutti noi. La forza di questa rappresentazione sta nel trattare argomenti tanto attuali quanto scottanti, con leggerezza e ironia, e mai con banalità.

Fra gags e situazioni surreali si ride e si riflette su questioni che toccano da vicino tante persone che vedono allontanarsi diritti che sembravano intoccabili e sacrosanti come la data della pensione.

D’altronde “la vita liquida”, in cui tutto cambia rapidamente senza solide certezze, descritta dal filosofo Bauman, è anche questa.
Antonio Cornacchione, un tempo fra i comici di Zelig, e Ippolita Baldini, sono gli irresistibili interpreti di questa spassosa commedia.

Si replica fino al 15 dicembre al teatro De’ Servi, in via del Mortaro 22.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

Marco Muccioli

Pubblicista freelance

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.