Si ride e si riflette con “Non è una tragedia” al Teatro delle Muse

Al Teatro delle Muse dall’11 gennaio al 9 febbraio 2020
“Non è una tragedia”
con Wanda Pirol, Rino Santoro, Geppi Di Stasio

La regressione del maschio verso il materno è un po’ il centro della commedia “Non è una tragedia – ovvero Edipo c’entra poco”, scritta e diretta da Geppi Di Stasio, che debutta al Teatro delle Muse l’11 gennaio e fino al 9 febbraio.

La Compagnia Stabile del Teatro delle Muse, con Wanda Pirol, Rino Santoro, Geppi Di Stasio, porta in scena uno spettacolo che per tre anni consecutivi ha fatto registrare un grande successo di pubblico.

Un perfetto connubio tra ironia e profondità che racconta le vicende di Oreste, Attilio e Renata alle prese con un vero e proprio intreccio psicologico, che cattura l’attenzione dello spettatore.

Risate e riflessioni con l’arrivo sul palco di un’analista molto “ricercata”, suo marito Attilio, ingegnere informatico, e Oreste, uomo solo per scelta degli altri ma in cerca da sempre di emozioni speciali.

teatro delle muse

Foto di Stasio, Pirol, Santoro “non è una tragedia” foto di scena M.De Gregori

Ad un certo punto accade però che l’analista, con velleità social, si trova a “combinare” un incontro “non legale” proprio con Oreste, conosciuto su un moderno sito di incontri che permette di trovare l’anima gemella.

Da questo pasticcio imprevisto prenderanno vita una serie di colpi di scena che porteranno lo spettatore a conoscere sorprendenti verità: un uomo in perenne conflitto col materno, un altro troppo innamorato per contestare le scelte di sua moglie e una donna dal passato misterioso ma a tinte forti che risulterà inadeguata alla maternità. Da non perdere per una serata di sicuro divertimento.

Teatro delle Muse
Via Forlì, 43, Roma
Info e prenotazioni: 06 4423 3649
Orario spettacoli ore 21.00 anche di sabato con pomeridiana ore 17.00
– Domenica pomeridiana –

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.