Congiunti, treni e App Immuni: su Google la voglia di Fase 2 degli italiani

Nuova ricerca di AvantGrade: picchi su Google su autocertificazioni, spostamenti e orari. Sui parrucchieri impennata del 3.450%

Su Google la “Fase 2” è iniziata con largo anticipo e conferma la grande voglia di normalità degli italiani. Ma anche tanti dubbi sull’allentamento delle misure del Governo per la fase di convivenza con il Coronavirus. Da una nuova ricerca sui Google Trends effettuata da AvantGrade.com, società di search marketing fondata e diretta da Ale Agostini, emergono tante curiosità sul sentiment popolare in relazione alla ripartenza. Lo studio è focalizzato sugli ultimi giorni di ricerche, quindi dal 27 aprile al 4 maggio.

La voglia di ritrovarsi e riabbracciarsi è forte: chi sono i “congiunti”? È tra le parole più cercate sul web, anche per capire chi può muoversi. Le ricerche correlate infatti, mostrano questi risultati: “congiunti affetti stabili”, “affetti stabili”, “faq palazzo chigi congiunti”, “palazzo chigi faq”, “fidanzati stabili” ma anche “chiarimenti su congiunti”.

La mobilità si è dimostrata senza grandi sorprese un altro tema molto caro agli italiani. Il picco ha riguardato gli orari ma anche le più note aziende di trasporto aereo, su rotaie e su gomma: “Marino Bus”, “Marino”, “Trenitalia dal 4 Maggio”, “Ryanair” e “Trenitalia Prenotazioni” sono state le parole chiave più ricercate. Il boom di ricerche si è concentrato a ridosso dell’entrata in vigore del decreto, in particolare tra il 3 e il 4 maggio. La Sicilia è stata la regione con maggiori ricerche per specifiche destinazioni (Voli Roma-Catania, voli Roma-Palermo, voli Milano-Catania). In quest’ottica, c’è stata una forte impennata sulla nuova autocertificazione, senza dubbio tra le parole più ricercate su Google. La curiosità maggiore, è che un forte picco di ricerche sui voli si sia verificato il 4 maggio alle 5 del mattino.

Grande voglia di informazioni anche relativamente alla tanto discussa App Immuni: più che la privacy, sorprende come le ricerche si siano concentrate su chi ci sia dietro la sua realizzazione. La classifica dei trends di Google vede nelle prime cinque posizioni “app immuni dove scaricarla”, “Immuni Benetton”, “app Immuni Benetton”, “chi gestisce app Immuni”, “Immuni app Android”. Il picco più alto si è registrato a fine aprile, in particolare tra il 29 e il 30.

Gli italiani si chiedono in che modo la Fase 2 riguarderà i negozi: le ricerche maggiori riguardano “fase 2 coronavirus negozi”, “apertura negozi fase 2”. Ma è sui parrucchieri che si registra un picco impressionante di ricerche e che si è dimostrato costante nell’intera settimana presa in analisi. Un tema evidentemente molto caro ai lavoratori del settore ma anche alle tante persone che sentono il bisogno di recarvisi dopo settimane di lockdown. La parola chiave “apertura anticipata parrucchieri” ha registrato un picco del 3.450%. A seguire, “apertura parrucchieri ed estetiste Lazio” (+2.150%), “apertura parrucchieri ed estetiste Piemonte” (+1.700%), apertura parrucchieri ed estetiste Lombardia (+1.550%) e apertura parrucchieri ed estetiste Toscana (+1.050%). Dunque è facile intuire da quale parte d’Italia provengano i bisogni maggiori.

In generale, la parola chiave “Fase 2” è stata molto cercata su Google in tutta Italia. Il picco maggiore si è registrato tra il 3 e il 4 maggio e ha visto protagonisti in primis le regioni Piemonte, Lazio, Lombardia, Sardegna e Umbria.

“Google ci offre uno spaccato molto interessante su ciò che preme agli italiani – commenta Ale Agostini, Direttore di AvantGrade.com e autore Hoepli – . Abbiamo analizzato attentamente quanto accaduto in rete nell’ultima settimana, prestando attenzione ai temi più importanti di questa ripartenza. In generale ci hanno sorpreso quasi tutti i dati: quello sui parrucchieri è forse quello che stupisce di più, ma è curiosa anche l’incertezza degli italiani sull’accezione di “congiunti” e sulla curiosità nel sapere chi ci sia dietro l’app Immuni. A tal proposito, ci aspettavamo un maggiore interesse sul tema della privacy visto quanto è stato oggetto di dibattito sui vari media”.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.