E’ morto Andrea Camilleri, aveva 93 anni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Inventore del commissario Montalbano

A dare l’annuncio, “con profondo cordoglio”, è l’Asl Roma 1 che precisa che Camilleri è morto intorno alle 8.20 di mercoledì mattina e che “le sue condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali. Per volontà del Maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio”.

Dal 17 giugno scorso era ricoverato in rianimazione, aveva avuto un malore mentre si trovava nella sua abitazione ed era arrivato al pronto soccorso in arresto cardiaco. Le sue condizioni erano apparse da subito critiche. Oltre all’età anche l’operazione per la rottura del femore, avvenuta a maggio dopo una brutta caduta in casa, avevano contribuito a un indebolimento generale del suo fisico.

Queste alcune delle sue frasi più belle

Non bisogna mai avere paura dell’altro perché tu rispetto all’altro sei l’altro.

Non basta leggere, bisognerebbe anche capire. Ma capire è un lusso che non tutti possono permettersi.
(da Segnali di fumo)

Le parole che dicono la verità hanno una vibrazione diversa da tutte le altre.
(da Un mese con Montalbano)

Che cosa straordinaria possono essere i libri. Ti fanno vedere posti in cui agli uomini succedono cose meravigliose. Allora la testa ti parte per un altro verso, gli occhi scoprono prospettive fino a quel momento inedite. E cominci a farti parecchie domande.

La perdita della solidarietà dell’uomo con l’uomo è gravissima, sta cambiando il nostro dna e non so spiegarmene le ragioni
(da Il Sole 24 ore)

Ogni singola storia d’amore, vissuta o inventata, riesce a essere unica e diversa e irripetibile rispetto ai miliardi di altre storie già accadute, che accadono, che accadranno. Insomma, l’amore non s’impara né teoricamente né andando a bottega da altri. S’impara amando, vale a dire perdendosi.
(da Segnali di fumo)

Era l’insonnia della vecchiaia, quella che notte dopo notte ti condanna a stare vigliante, a letto o in poltrona, a ripassarti la tua vita minuto per minuto, a ripatirla sgranandola come i grani di un rosario.
(da La paura di Montalbano)

Forse, senza saperlo, stiamo combattendo la prima guerra globale degli anni duemila. Una guerra che non usa più armi, che non bombarda né fa esplodere atomiche, che non provoca morte ma produce fame, disoccupazione, scontro sociale, impoverimento, insomma riduce sul lastrico i perdenti.
(da Segnali di fumo)

La notte cambia odore ogni ora che passa.
(da L’odore della notte)

Lo scirocco è uno dei momenti più belli che possano essere concessi all’uomo, in quanto l’incapacità di movimento in quei giorni ti porta a stare immobile a contemplare una pietra per tre ore, prima che arrivi un venticello. Lo scirocco ti dà questa possibilità di contemplazione, di ragionare sopra alle cose.
(da Il Secolo XIX)

Che paìsi era quello indove un ministro che era stato ’n carrica ’na vota aviva ditto che con la mafia bisognava convivere?
(da Una voce di notte)

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: