Guccio Gucci e lo stile londinese: storia di un grande brand della moda italiana

Pinterest LinkedIn Tumblr +
Lo stile della maison Gucci è inconfondibile e apprezzato in tutto il mondo ma non tutti conoscono la storia del creatore di questo grande brand fatta di passione, impegno e amore per il lusso.

Il fiorentino Guccio Gucci, fondatore della casa di moda, matura la sua prima esperienza lavorativa tra Parigi e Londra dove lavora all’interno di alcuni hotel di lusso come il Savoy Hotel. In ambiente londinese viene a contatto con gente di ceto alto borghese, appassionata di ippica, da cui apprende un alto senso dello stile.

Tornato nella sua Firenze, nel 1921 Guccio avvia la sua carriera imprenditoriale con l’apertura di piccoli negozi di pelletteria di alta qualità, dove si producono prevalentemente accessori per l’equitazione (staffe, selle, morsetti, briglie e altri finimenti). In quel periodo, Gucci sviluppa le sue prime icone: il morso di un cavallo e le strisce verdi e rosse tipiche del sottopancia delle selle.

Nel 1938 il marchio è già abbastanza conosciuto e Gucci decide di aprire dei negozi anche a Milano e a Roma insieme ai suoi tre figli Aldo, Rodolfo e Vasco. Sull’onda del successo nazionale, all’apertura dei negozi italiani segue quella del negozio di New York nella 58° strada, che finì col decretare l’espansione del marchio in America.

Negli anni seguenti fecero la loro comparsa sul mercato anche altre icone raffiguranti un cavaliere con armatura sovrastato da una rosa e da un timone e le due G incrociate, disegnate nel 1960 dal figlio Aldo in ricordo delle iniziali del fondatore.

Particolarmente apprezzati dalle celebrità del cinema americano, presto tutti i prodotti di Gucci diventarono uno status symbol dei ruggenti anni Cinquanta e Sessanta. Simbolo per eccellenza della casa di moda Gucci sono le classiche strisce rosse, verdi e dorate, incorporate ancora oggi nelle attuali linee moda della prestigiosa maison su orologi, bijoux, occhiali, borse, portafogli e vari capi d’abbigliamento.

Le famose strisce, ispirate ad uno stile raffinato dal gusto british e al mondo dei cavalli, sono attualmente il logo più imitato dagli sciacalli della moda contro i quali la casa fiorentina si ritrova a combattere spesso attraverso l’apertura di contenziosi legali.

Nel 1992 approda a Gucci il giovane stilista romano Alessandro Michele che, con il suo tocco personale, regala alle collezioni freschezza e leggerezza sdoganandole dai vecchi, seppur consolidati, schemi. Sotto la direzione di Alessandro Michele la doppia G diventa il marchio ufficiale dell’azienda, considerata uno dei leader della moda made in Italy.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.