I finanziamenti di Google a università, think-tank e centri di ricerca

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Google, la ricerca dà i suoi risultati.
Ecco come la multinazionale del web (da 100 miliardi di dollari di fatturato nel 2017) finanzia università e think-tank in Europa

L’inchiesta sul numero 204, maggio 2018, di Altreconomia
Nello stesso numero: reportage dal Venezuela, il futuro della nocciola, la rivoluzione dei 30 km orari, intervista a Sara Zambotti di Caterpillar, e tanto altro

“Negli ultimi dieci anni, Google ha investito in istituzioni accademiche europee per sviluppare una rete di accademici, finanziando decine di milioni di euro a beneficio di think-tank, università e professori che poi hanno prodotto documenti di ricerca e papers” sostiene “Campaign for Accountability”, organizzazione non-profit con sede a Washington e nata nel maggio 2015 con l’obiettivo di “indagare sulle azioni di potenti interessi a tutti i livelli della società, dalle più grandi aziende ai più piccoli governi”. Siamo andati a verificare e il risultato della nostra inchiesta è nel numero di maggio di Altreconomia, disponibile sul nostro sito, in abbonamento e nei nostri punti vendita.

Nello stesso numero:
– Reportage dalla Cina, dove la reputazione del “buon cittadino” sarà disegnata dai big data;
– Tre anni fa iniziava l’Expo di Milano. Facciamo il punto sul futuro dell’area (che non è ancora scritto);
– Il racconto tra i venezuelani in attesa sul ponte della speranza. Il 20 maggio si terranno le elezioni presidenziali;
– Limbo Mozambico: reportage dall’unico campo di accoglienza del Paese, quello di Maratane, dove i profughi africani sono circa 9.500;
– Filiera corta e biodiversa. Il futuro della nocciola. Viaggio nei distretti che coltivano e trasformano i frutti in modo artigianale;
– Commercio equo e solidale, la rivoluzione in casa. La storica decisione della World Fair Trade Organization sui produttori del “Nord” del mondo;
– Pedoni e ciclisti si riprendono la strada grazie alle “zone 30”. Così si possono ridurre traffico, rischi e inquinamento, restituendo gli spazi ai cittadini;
– La transumanza che resiste, tra memoria e riscoperta. Le pratiche collettive di tutela e riscoperta del territorio fatte camminando insieme agli animali;
– Il cinema della Resistenza: intervista a Paola Olivetti, direttrice dell’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza di Torino;
– Sara Zambotti, antropologa e conduttrice di “Caterpillar” su Radio2, ci spiega come i media costruiscono il nostro immaginario;
– Il crack della Banca Popolare di Vicenza a teatro. Intervista al cantastorie e regista, Andrea Mazzacavallo.

Per informazioni:
Ufficio stampa Altreconomia

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: