Planetario, Figliomeni (FDI): “Subito chiarezza su bando assegnazione”

Pinterest LinkedIn Tumblr +
Planetario

 

“Il Museo Astronomico di Roma, conosciuto come Planetario, continua a sollevare numerose perplessità in merito al suo affidamento in concessione a Mondomostre Skira, attraverso un bando lampo messo in piedi da Zetema, forse cucito su misura aperto e chiuso in circa 20 giorni, al quale aspetto non irrilevante ha partecipato solo la società aggiudicatrice con diritto di prelazione. La sede originaria del Planetario è nel quartiere Eur, nel luogo del sito del Museo della Civiltà Romana da alcuni anni chiuso in attesa di lavori di manutenzione, quindi successivamente spostato presso Villa Torlonia, per giungere attualmente nella sede della ex Dogana di San Lorenzo, una scelta incomprensibile in quanto le scelte economiche portate avanti dall’Amministrazione Raggi su questa situazione non tengono conto di aspetti non secondari, come il costo del biglietto che nella sede dell’Eur era di euro 8 per giungere oggi ad euro 12, quindi un costo aumentato per i cittadini per un allestimento del Planetario più ristretto rispetto alla sua struttura originale dell’Eur, che poteva contare su una cupola di 14 metri di diametro e un centinaio di posti a sedere, per passare oggi nella sede di San Lorenzo con una cupola di 6 metri di diametro e una cinquantina di posti per gli spettatori.

Ma l’aspetto che desta maggiore preoccupazione è che Mondomostre Skira, la società aggiudicatrice si mette in tasca tutti gli introiti fino a 890mila euro e al Comune di Roma e Zetema vanno soltanto le briciole, ovvero il 22% degli utili dopo tale cifra. Stiamo monitorando da tempo insieme a Fabrizio Santori, consigliere regionale uscente di Fratelli d’Italia questa situazione paradossale, motivo per cui abbiamo presentato un’interrogazione al Sindaco e all’Assessore alla Cultura, al fine di sapere quali atti tangibili intendono porre in essere per poter dare risposte tempestive in termini di trasparenza riguardo al bando di realizzazione del Planetario assegnato a tempo record ad una società privata, Mondomostre Skira, che si avvale dei servizi di Zetema una partecipata del Comune di Roma, quali sono le motivazioni dello spostamento del Planetario da Villa Torlonia nella ex Dogana di San Lorenzo, quali sono i vantaggi per le casse comunali, quali concrete iniziative sono state adottate per garantire la sicurezza e la tranquillità degli abitanti del quartiere visto che nell’ex Dogana si ospitano anche altri eventi ogni notte fino all’alba ed infine per quale motivo sono state rilasciate in soli tre anni ben diciotto autorizzazioni temporanee di pubblico spettacolo sull’area della ex Dogana, visto che le autorizzazioni temporanee vengono rilasciate soltanto in occasione di eventi con durata limitata e non vanno ripetute con ripetizione da stessi soggetti”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.

guarda anche: http://www.viviroma.tv/category/attualita/politica/

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.