Venditore abusivo molesta i passanti e ferisce agente

Pinterest LinkedIn Tumblr +
Arrestato dalla Polizia Locale

Due agenti della Polizia Locale, in servizio a Piazza di Trevi per i controlli serali legati alla movida e per la tutela delle piazze, sono stati chiamati in soccorso da alcuni turisti che, impauriti, lamentavano la presenza di un venditore abusivo in una via adiacente, che infastidiva i passanti con atteggiamenti aggressivi e palpeggiamenti.

Il soggetto, un cittadino senegalese di 22 anni, intento alla vendita di braccialetti e collane, è stato individuato dai caschi bianchi del GSSU (Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) in Via dell’Umiltà. Una volta avvicinatosi, l’agente ha chiesto all’uomo di fornire i propri documenti, ma lo stesso si è dato alla fuga. Ne è nato così un inseguimento fino a Piazza del Collegio Romano, dove il venditore si è sbarazzato della merce in vendita, lanciandola alla rinfusa e si è nascosto sotto un veicolo in sosta.

Una volta acciuffato, l’uomo ha iniziato ad inveire contro l’agente inferendo pugni, calci, morsi e graffi e provocandogli escoriazioni multiple agli arti superiori ed al collo.

Condotto presso la sede del Gruppo di Via Macedonia, il venditore, senza fissa dimora e privo di documenti identificativi e di permesso di soggiorno, alternava momenti di estrema violenza a stati catatonici, con episodi di autolesionismo ripetuti e tali da costringere la Polizia Locale a rivolgersi a personale medico. Accompagnato all’ospedale San Giovanni per gli accertamenti sanitari del caso, è emerso un tasso alcolico pari ad 1.98.

Nei suoi confronti, è scattato l’arresto per i reati di resistenza, violenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

Dal processo per direttissima, avvenuto questa mattina, oltre alla convalida d’arresto è stata inflitta una condanna a sei mesi di reclusione.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.