Year in Fashion 2019: Il report di Lyst sulle tendenze del mondo della moda

Lyst ha analizzato oltre 200 milioni di ricerche online e il comportamento di 104 milioni di utenti nel mondo per individuare i trend e i fenomeni fashion che hanno caratterizzato l’anno.

A fine anno è tempo di bilanci in tutti i settori e il mondo della moda non fa eccezione. Per tracciare la direzione in cui si sta muovendo il fashion business, Lyst – il motore di ricerca dedicato al mondo della moda – ha curato Year in Fashion 2019, il report annuale che analizza i fenomeni e i trend che hanno caratterizzato il settore durante l’anno. Una sintesi realizzata grazie alla ricca banca dati di Lyst, piattaforma globale scelta nel 2018 da oltre 104 milioni di persone in 120 Paesi per le loro ricerche di accessori, borse e capi di abbigliamento.

Per redigere Year in Fashion 2019, sono state monitorate 200 milioni di ricerche online a livello globale e sono stati analizzati le parole chiave, i dati di vendita, le pagine visualizzate e le menzioni sui social media per oltre 6 milioni di prodotti moda di 12.000 e-commerce monomarca e multibrand nel periodo gennaio-novembre 2019.

I risultati sono stati raccolti in tredici sezioni:

Movement
Top Trend 2019
Fashion Moment 2019
Top 10 Fashion Celebrity
Brand Rivelazione
Logo dell’Anno
Top Viral Item 2019
Revival Products
Item più Ricercati
Sneaker dell’anno
Collaborazioni
Come abbiamo acquistato?
Next Year in Fashion
Ecco alcuni dei risultati principali:

Il 2019 ha visto la moda sostenibile crescere in maniera esponenziale nell’immaginario tanto degli stilisti quanto dei consumatori. Le ricerche di materiali sostenibili specifici sono cresciute del 102% per l’econyl, del 52% per il cotone organico, del 130% per il repreve e del 42% per il tencel. I jeans Row di Weekday – realizzati in cotone biologico – sono stati i jeans più desiderati su Lyst.

Inclusività. Gli amanti dello shopping hanno optato per una moda che riflettesse i bisogni e i gusti di comunità diverse; le ricerche di articoli versatili e semplici sono cresciute rispettivamente dell’80% e del 90%. C’è stato un aumento del 52% nella ricerca dei termini “unisex” e “di genere neutro” relazionati alla moda.

Meghan Markle è stata la celebrity più influente del 2019 e i suoi outfit hanno scatenato in media un incremento del 216% nelle ricerche di articoli simili a quelli da lei indossati. Nella top 10 troviamo influencer della Gen Z come Timothée Chalamet, Zendaya e Billie Eilish.

Off-White è stato il brand più desiderato dell’anno, mentre il marchio rivelazione 2019 è Bottega Veneta.

Abbiamo assistito alla rinascita delle icone della moda anni ‘90: la baguette bag di Fendi ha visto un aumento delle ricerche del 164% su base annua, mentre quelle di Paco Rabanne sono cresciute del 31% rispetto al 2018.

Dominio assoluto dello streetwear. Gli utenti hanno speso in media 192 $ (150 £) per un nuovo paio di sneaker, il 39% in più rispetto all’anno passato. La spesa media per l’acquisto di una T-shirt è aumentata del 16% con 67 $ (52 £). Le collaborazioni continuano a far schizzare le richieste alle stelle.

La rivoluzione dello shapewear. La richiesta di body e calzamaglie è cresciuta complessivamente dell’83%.

Il K-Pop diventa una moda globale. Lisa delle Blackpink ha conquistato il 6° posto nella classifica delle celebrity più influenti del 2019, ispirando milioni di ricerche da ogni parte del mondo.

Le pop star sono state al centro dei fashion moment più chiacchierati dell’anno. JLo e Cardi B hanno generato il maggior numero di ricerche per i brand da loro indossati durante il fashion month.

5 brand da tenere d’occhio per il 2020. Basandoci sui termini di ricerca in più rapida crescita negli ultimi sei mesi, prevediamo un’annata strepitosa per Rotate Birger Christensen (+27%) GCDS (+23%), ALYX (+36%), Marine Serre (+32%) e Cecilie Bahnsen (+38%).

Lyst
Lyst, fondato a Londra nel 2010 da Chris Morton e Sebastjan Trepca, è il motore di ricerca online leader nel mondo della moda. La mission di Lyst è aiutare gli utenti a trovare in modo semplice e veloce prodotti fashion che rispondano perfettamente ai loro gusti. Tra i principali investitori figura il gruppo francese del lusso LVMH.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.