Just Eat seconda edizione della mappa del cibo a domicilio in Italia

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Ai Romani il digital food delivery piace molto e sempre di più

anche per l’incremento di ristoranti che scelgono di diventare partner di Just Eat (+22%), affidandosi al digital food delivery per incrementare e diversificare il loro business. A rilevarlo è la seconda edizione della Mappa del Cibo a Domicilio[1] in Italia realizzata da Just Eat, l’app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, che dopo un anno dal lancio del primo Osservatorio, racconta l’evoluzione del settore a livello nazionale in 20 città italiane da Nord a Sud, con un’analisi sulle abitudini, i gusti e tutti i trend in atto che caratterizzano oggi il fenomeno del digital food delivery.

Secondo i dati di Just Eat, il fenomeno del cibo a domicilio coinvolge offline già oltre 30 milioni di persone che ordinano però via telefono o direttamente presso il ristorante, dato che dimostra la propensione degli Italiani a questa modalità di consumo come integrazione nelle proprie abitudini. Di questi, si registra un potenziale pari a 10 milioni di persone propense e pronte, secondo l’osservatorio, a utilizzare il servizio digitale. Roma non fa eccezione, anzi dimostra nell’ultimo anno una crescita notevole dei consumi, con abitudini e preferenze che delineano i gusti dei romani in fatto di cibo a domicilio, ordinato via app.

Le cucine più in crescita

Al primo posto come super trend per le cucine più in crescita troviamo il gelato, con +296% di ordini anno su anno. I preferiti sono yogurt, pistacchio, variegato alla nutella, biscotto e nocciola.

Seguono al secondo posto i tramezzini con +246%, richiesti soprattutto nelle varianti con tonno maionese pomodoro e il carbonaro. La cucina healthy occupa il terzo posto fra i trend con +102%, grazie a un’impennata di insalate, centrifughe e bowl.

Le cucine, i piatti e le specialità italiane più ordinate

Nella classifica degli ordini di cibo a domicilio da parte dei romani c’è spazio per un viaggio di gusti che passano dall’italianità all’amore per l’estero, infatti le cucine più richieste a domicilio (in termini di valori assoluti di ordini) sono, dopo la pizza, hamburger, soprattutto nelle versioni bacon cheese burger, cheese burger, american cheese burger, seguiti dal cinese, con piatti come involtino primavera, ravioli alla griglia, pollo alle mandorle e con funghi e bambù. Tanto ordinati da condividere anche le famose nuvole di drago. Tra i primi 20 piatti anche il gelato fritto. Terzo posto per la cucina più ordinata il giapponese, con gli uramaki philadelfia al primo posto, seguita a nigiri al salmone e sashimi.

Oltre alla classifica delle cucine top per ordini, l’itinerario di sapori tra le tantissime possibilità di scelta del food delivery, si sofferma sulle prelibatezze dei fornelli nostrani, molto amate anche a Roma, tanto che qui la specialità italiana più ordinata a domicilio è il suppli!

Tra i piatti tipici di altre regioni italiane troviamo invece gli arrosticini e gli gnocchi alla sorrentina!

I mangiatori di cibo a domicilio via app

I romani risultano perfettamente allineati rispetto alle tendenze degli abitanti delle altre 19 città analizzate da Just Eat dal punto di vista generazionale. I Millennials (60%) si confermano la generazione più affezionata, seguita da adulti e famiglie (35%), mentre sul fronte delle professioni gli impiegati sono i più attivi (44%), al secondo posto gli studenti (26%) e al terzo i liberi professionisti (18%), che mediamente spendono di più per ogni ordine effettuato.

E come cambia l’utilizzo di food delivery fra uomini e donne? I primi ordinano più delle donne (52% vs. 48%) e sono maggiormente propensi verso la sperimentazione di cucine e ristoranti diversi (13%), mentre le donne sono appassionate soprattutto di sushi (15%) e più fedeli agli stessi locali.

Roma è quindi una grande amante del food delivery, in cui riconosce varietà, possibilità di sperimentare e affacciarsi a gusti e sapori di ogni luogo senza dimenticare la tradizione. L’abitudine del cibo a domicilio qui, è forte soprattutto il sabato, quando si registra il picco di ordini.

Roma ha registrato la richiesta di food delivery di più grande d’Italia finora del 2018, e mai come in questo caso un’immagine vale più di mille parole: sono stati richiesti ben 205 arrosticini di pecora, l’ordine “più” WOW in Italia!

A proposito di JUST EAT:

Just Eat (www.justeat.it) app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, è presente in Italia dal 2011 e oggi opera con più di 9.600 ristoranti partner in quasi 900 comuni. Just Eat è accessibile da pc e da mobile tramite l’applicazione dedicata o la versione mobile del sito per garantire a tutte le persone affamate un’ampia varietà di cucine tra cui scegliere. JUST EAT plc, con sede a Londra, usa una tecnologia proprietaria per offrire un servizio per ordinare online velocemente e in modo efficiente in 13 mercati, a 24 milioni di utenti e 93.700 ristoranti partner. Just Eat fa parte del FTSE 100 Index.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: