Intervista a Tiffany Zhou, artista poliedrica proiettata verso una fulgida carriera

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
esclusivaOrigini cinesi, testimonial di numerose campagne pubblicitarie, fascino orientale, tra le protagoniste della serie televisiva Maggie & Bianca Fashion Friends.

Tiffany parlaci del tuo personaggio nella fortunata serie Maggie & Bianca Fashion Friends e svelaci, secondo te, qual è il motivo del suo successo.
Nella serie sono “Yuki Abe una ragazza maldestra, imbranata, svampita, estroversa e dal carattere allegro e spensierato, che sogna di diventare una grande stilista di moda. Il suo stile è tipicamente harajuku girl. È considerata da tutti “Bionda dentro”; è una ragazza genuina, ma anche molto ingenua.
Proprio il contrario di quello che sono nella vita. Il successo… è una serie divertente, ironica, a volte anche surreale, gli adolescenti la adorano.

Tiffany ZhouRaccontati un po’ ai lettori del ViviRoma, come sei approdata in questo mondo di lustrini e paillettes?
Il destino, un giorno mentre prendevo un gelato un booker di un’agenzia di moda mi fermò e mi chiese se volevo fare dei casting per servizi fotografici e, per curiosità, accettai, fino a quando incontrai Veronica Carbone agente cinematografica. Mi ricorderò per sempre la prima frase che mi disse “tu devi fare cinema con me” e fu così, iniziai a studiare il Metodo Stanislavskij, a fare provini, fino ad ottenere la parte di Yuki, dandomi grandi soddisfazioni, soprattutto per la differenza tra me e lei. E pensare che da bambina ero molto introversa non avevo molte amiche, giocavo spesso da sola, purtroppo a scuola sono stata vittima di bullismo, per la mia etnia, ma nonostante tutto sono sempre stata fiera dei miei occhi a mandorla. Questo ambiente può sembrare lustrini e paillettes, per chi non lo conosce, ma ti assicuro che non è cosi, anzi, è molto dura, devi studiare, fare provini, fare sacrifici e aspettare che arrivi un ruolo giusto per te, cosa ancora più difficile per la mia etnia, che non sempre viene richiesta con una certa frequenza.

Sei stata testimonial di molte campagne pubblicitarie, qual è stata quella che ti è piaciuta di  più  e perché?
Tutte, ma lavorare con Gabriele Salvatore e Pierfrancesco Favino per lo spot Barilla, non ha eguali. Sono stata una settimana con loro Parma e devo dire che è stato divertente e costruttivo.

Sei anche una cantante solista , insomma una ragazza poliedrica che si apre all’arte a 360°. Qual è il settore che però più ti attira e ti gratifica.
La musica è sempre stata un’altra grande passione, canto, suono la chitarra il pianoforte, ma in generale amo quasi tutto cioè che fa parte della settima arte.
Penso sia il modo migliore per trasmettere un messaggio che possa toccare le anime e farci riflettere.

Tiffany ZhouCi puoi raccontare qualche aneddoto divertente nei tuoi backstage?
Un aneddoto divertente, è stato uno scherzo fatto a me e a un mio collega da parte dello scenografo: dovevamo girare una scena dove io e lui eravamo incollati, naturalmente per esigenza da copione, invece, siamo stati incollati davvero, ci sono volute molte ore prima che ci potessimo staccare, cose così capitavano spesso, scherzi tra attori e cast tecnico. Abbiamo lavorato molte ore, set, prove, ma ci siamo anche divertiti molto.

Zoolander: come ti sei trovata a lavorare in quel contesto alla presenza di attori del calibro di Ben Stiller?
E’ stata un bella esperienza, lavorare con Ben Stiller e notare la differenza da un set italiano a quello americano, le dinamiche sono completamente diverse.
Tutti con un compito ben preciso, organizzato in modo tale che tutto funzioni nei tempi stabiliti, è una grande industria di entertainment. Produzioni di questo calibro ti fanno capire quanto altri paesi investono sul loro cinema.

Quali sono, secondo te, i pro e i contro di questo mestiere?
I pro gli incontri che fai, con persone che ti fanno crescere professionalmente e umanamente. I contro, purtroppo, le attese di progetti che posso coinvolgere attrici di diversa etnia.

Tiffany ZhouUn desiderio che vorresti realizzare?
Il mio desiderio più grande, girare il mondo, facendo il mio lavoro e scoprire nuove realtà sia dal punto di vista attoriale che personale, amo viaggiare, conoscere gente e nuove culture.

Progetti futuri?
Sono in fase post – produzione di un film che ho prodotto con la mia agente Veronica Carbone, dove sono anche protagonista.
Inoltre sarò presente al festival di Venezia con un docu – film appena finito di girare, con un cast internazionale….ma questo sarà una sorpresa.

Hobbies?
Viaggiare, lo faccio appena ne ho la possibilità, stare con le amiche, leggere un bel libro, vedere film.

Una cinese a Roma come si trova? E, soprattutto, cosa ami di più della capitale?
Adoro Roma, ci sono cresciuta, e mi evoca immagini dei molteplici film che hanno girato, mi trovo bene, ormai sono integrata, devo dire ormai romana di adozione, parlo anche romano. Ho visitato molte città, ma la differenza è notevole, il romanticismo dei monumenti, il cibo, che dire… è la mia seconda casa.

 

Tiffany Zhou

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: