Il Ministero dei Trasporti non applica la legge dello Stato sulla Clausola Sociale

La gara per la commessa del contact center del CCISS vede come aggiudicataria il Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) ACI Infomobility S.p.A.–Agenzia Radio Traffic S.p.A.–Duel S.r.l.

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, è a conoscenza che proprio il suo Dicastero ha bandito una procedura senza garantire, come invece prevede la legge, il rispetto della clausola sociale?

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti deve richiamare il RTI aggiudicatario, la cui Mandataria (ACI Infomobility S.p.A.) e Mandante (Agenzia Radio Traffic S.p.A.) sono esse stesse società strumentali all’attività dell’ente pubblico ACI, alle sue responsabilità, prime fra tutte quella della riassunzione di tutti i lavoratori coinvolti nella transizione.

E il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti deve utilizzare ogni strumento che ha a disposizione per portare l’ACI a rispettare la completa e corretta applicazione della clausola sociale.

ACI Infomobility, che ha rifiutato di partecipare a incontri fissati con il gestore uscente e le sigle sindacali, deve sospendere la aggiudicazione e aprire immediatamente un tavolo di incontri tra le parti perché siamo davanti a casi preoccupanti di abuso.

Questi lavoratori svolgono un servizio pubblico e, quindi, sono anche limitati nel loro diritto di sciopero e ACI, d’accordo con il Ministero si fanno forti di questo per eliminare i diritti di questi lavoratori!!.

ACI Infomobility, l’azienda vincitrice della gara per l’affidamento della fornitura del servizio, non può fare furberie e il Ministero deve richiamare l’aggiudicatario alle sue responsabilità e non legittimare politiche aziendali di dumping sociale in grado di vanificare gli obiettivi di tutela del lavoro.

Ora si diano le risposte.
I lavoratori e le loro famiglie attendono con ansia.

Le Segreterie Regionali
SLC – CGIL
Alessio Pasqualitti
FISTEL – CISL
Mario Franco
UILCOM – UIL
Mauro Pollini

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com