Uno sguardo inedito sul Terzo Reich

La Prima Guerra Mondiale e le sue conseguenze sconvolsero il continente.

In Russia crollò lo zarismo e si impose la rivoluzione bolscevica. L’impero austro-ungarico cessò di esistere. In Italia, dopo alcuni anni di forte instabilità politica, sociale ed economica, prese il potere il fascismo guidato da Benito Mussolini. In Germania il Kaiser abdicò: alla monarchia guglielmina segui la repubblica di Weimar, che ebbe vita breve e travagliata. A seppellirla definitivamente ci pensarono Hitler e il nazionalsocialismo.

Prodotta dalla ZDF, la nuova docu-serie The abyss – L’incubo del nazismo, da domenica 11 aprile alle 21.00 in esclusiva su History Channel (canale 407 di Sky), indaga i motivi dell’ascesa al potere del nazismo, ricostruisce le principali tappe della dittatura hitleriana fino alla Shoah e alla sconfitta militare, sottolineando anche gli errori commessi dalle potenze occidentali. Un viaggio nell’anima nera dell’Europa attraverso esclusivi ed inediti materiali d’archivio, fonti storiche inesplorate, testimonianze di esperti che permettono di delineare un nuovo quadro del regime totalitario voluto da Adolf Hitler.

La docu-serie si sofferma anche su come il fascismo sia nato in Italia, si sia diffuso in altri Paesi Europei e quale tipo di rapporto abbia avuto col movimento hitleriano. Come disse Hitler nel 1922: “Per il momento dobbiamo osservare i fascisti e ammirarli. Presto mostreremo loro che abbiamo intenzione di portare avanti azioni di ben altra natura”. Della conquista del potere da parte del fascismo si dà spazio nel primo episodio al ruolo ricoperto da Margherita Sarfatti, intellettuale di origine ebraica e amante di Mussolini, sull’evoluzione culturale del capo del fascismo. La Sarfatti, poi, a causa delle leggi razziali, fu costretta a lasciare l’Italia e a rifugiarsi in America del Sud, accusando Mussolini di aver tradito i principi originari del fascismo.

Lo scopo della nuova docu-serie è quello di capire le ragioni del successo del nazismo, i motivi che hanno spinto la popolazione tedesca, una delle più progredite al mondo, a tuffarsi nell’abisso del totalitarismo.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com