Il teatro ai tempi del corona: Giovanna Cappuccio

Attraversando la terza fase (e rimanendoci)

Che dire di Giovanna Cappuccio?

La conobbi durante una visita teatralizzata nelle catacombe di Priscilla a Roma, quando impersonava un’antica donna romana cristiana. Ricordo i brividi che provai per la sua interpretazione. A conferma delle mie emozioni, vidi alcune persone del pubblico commuoversi e con le lacrime agli occhi.

Poi ho continuato a seguirla, sia nelle visite teatralizzate che nei suoi frequenti spettacoli in cui riesce a spiccare senza scavalcare mai i suoi colleghi.

giovanna cappuccioOttima attrice, ma anche ottima spalla, sa collaborare con i cast con cui lavora, se vuole rimanendo in ombra o spiccando, ma sempre travolgendo con la sua recitazione, la sua energia, la sua bravura, il suo pathos.

Suscita dunque forti emozioni in chi la guarda, ma riesce anche a far ridere grazie alla sua simpatia tutta partenopea. Usa vari dialetti con destrezza ed emana uno charme molto personale, costruendo un fascino particolare in ogni personaggio che veste. È una persona talmente naturale che, quando recita, rimane se stessa anche proponendo caratteri e personaggi completamente diversi e lontani da lei. L’ essenza della vera Giovanna è presente ed indelebile.

Il monologo con cui ha partecipato al concorso e di cui ho parlato tempo fa, “Autori nel cassetto attori sul comò”, ha impressionato pubblico e critica per quanto profondo ed intenso. Nonostante la performance dovesse essere limitata ad un tempo circoscritto per ogni concorrente, è riuscita a concentrare e a esaltare storia e personaggio.

Giovanna è una persona semplice, schietta, simpatica, molto alla mano e cordiale, una persona alla quale non si può non voler bene, da apprezzare per la sua genuinità e la sua spontaneità e per il profondo rispetto che nutre per il suo lavoro, i suoi colleghi, il pubblico e le persone che le si avvicinano. Sempre con i piedi per terra nonostante i riconoscimenti che riceve, è sempre attiva ed impegnata nel suo lavoro e nel migliorarsi come attrice.

Coinvolgente sia nei ruoli drammatici che nelle commedie in cui si trasforma diventando esilarante. Non si può definire Giovanna con un solo aggettivo. Credo sia una delle attrici che conosco meglio perché è una di quelle che ho visto di più sul palco e dietro le quinte, che stimo e apprezzo moltissimo come artista e come persona.

Conosciamola insieme in queste apparizioni:

Serie per il web “Welcome to Elsinore Hamlet’s story “, adattamento ai tempi moderni dello spettacolo di william Shakespeare

Serie per il web “Filomena Marturano”, adattamento ai tempi dei social dell’omonimo spettacolo di Eduardo De Filippo

– Showreel 2021:

Spettacoli:

– il figlio cambiato regia Giancarlo Moretti per cui ho vinto il premio miglior attrice “Autori nel cassetto, attori sul comò”

– accessoriate regia Annabella Calabrese

Giovanna Cappuccio
Nata: Napoli il: 13/09/1983
Altezza: 1,67 Capelli: Castani Occhi: Castani

Agenzia: Valerio Ceccarelli Management

Esperienze formative

2019 Workshop tecnica Chubbuck con Ivana Chubbuck
2017 Corso di Doppiaggio con Luca Dal Fabbro, Fabrizia Castagnoli, Marco Mete e Simona Allodi.
2016 Workshop di recitazione con Luciano Melchionna
2016 workshop su Le baccanti diretto da Daniele Salvo
2015 workshop con Elio Germano per Artisti 7607
2013 stage di recitazione cinematografica diretto da Andrea Costantini
2012 Laboratorio sul Macbeth diretto da Pierpaolo Sepe
2012-14 canto Bruno Corazza
2011 Atelier Albertazzi, laboratorio di ricerca sulla poesia e la prosa tenuto da Giorgio Albertazzi
2009-11 canto Giosiana Pizzardo
2007-2010 YD Actorts Yvonne D’Abbraccio Studio, diploma in recitazione teatrale e cinematografica
2005 stage musical theatre Fabrizio Angelini
2004 stage Mock Audition con Emanuele Friello
2002-03 stages di Musical Choreography presso la Pineapple School di Londra su: My Fair Lady, Fame, Chicago, The Lion King.
2002-06 canto Raffaella Misiti
2002-05 presso MTA di Marco D. Bellucci; diploma in musical theatre, approfondendo tra le varie materie: Stile Fosse: Mario Cocetti; Tip Tap: Ann Amendolagine; Teoria Musicale: Giorgio Mazza; Acrobatica: Memo Dini
1996-2001 corsi e stage di danza moderna con Steve La Chance, André de la Roche, Laura Ruocco, Massimiliano Martoriati, Silvio Oddi, Mia Molinari, Mvula Sungani e Roberta Fontana
1989- 2001 danza classica e moderna presso Centro Danza Diana Aversa (Ce), diretta da Diana Pagano e Claudio Diligente con approfondimento del metodo russo di danza classica Vaganova con Marit Bech e Alek Shedlash

giovanna cappuccioEsperienze Professionali

Teatro
2020 Shakespeare in Plexiglas, regia Annabella Calabrese, ruolo Beth
2019/20 Shakespeare in wine, format teatrale, regia Annabella Calabrese
2019 Ctrlz, indietro di una mossa, regia Annabella Calabrese e Daniele Esposito, ruolo Maria
2019 nel ruolo di Masha in Di tanto amore, di Giancarlo Moretti
2018 Il figlio cambiato, monologo, regia Giancarlo Moretti
2018 Apparatus Matri, regia Eleonora Gusmano, ruolo Mater
2018 Stanza a tre, regia Giancarlo Moretti, ruolo Anna
2017 “La vita dopo”, regia di Igor Maltagliati, ruolo coprotagonista.
2016 “Stasera c’è spettacolo? To play”, regia Donatella Furino ed Emma Campili per il Napoli teatro festival
2015 “La tempesta, il sogno di Prospero”, regia di Daniele Salvo, ruolo: Adriano
2015/16″Memorie di Adriano”, regia di Maurizio Scaparro, con Giorgio Albertazzi, ruolo: Sabina
2015 “Habitusmali”, regia Matteo Tarasco
2014-15 Il mercante di Venezia, regia di Giancarlo Marinelli, con Giorgio Albertazzi, ruoli: Jessica e Viola, prima ancella
2014 Perché amo il mio peccato, da Storia di una capinera di Verga, regia di Diego Placidi
2013-14 Lezioni Americane, regia Orlando Forioso, con Giorgio Albertazzi
2013 Buongiorno Professore, Rassegna Misfatto unico, regia Renato Capitani
2013 Accessoriate, da In her shoes di G.C. Kellet, regia A.Calabrese, spettacolo musicale
2012-13 Puccini d’arte e d’amore, regia Giovanni De Feudis, con Giorgio Albertazzi, ruolo: Doria Manfredi
2012 Gocce d’amore, regia Andrea Costantini, spettacolo per il Roma Fringe Festival sulla violenza alle donne
2011 Aforismi e peperoncino, regia Giorgio Albertazzi, spettacolo di prosa e poesia
2010-12 Piccolo Principe e Le tre figliole di Pincopallino, matine per la compagnia Progetto Roma
2010 Closer, adattamento e regia Domenico Laddaga, ruolo: Anna
2008 Formiche, di Aldo Nicolaj, per la regia di Silvana Bosi

giovanna cappuccioCinema e Tv
2020 Amarena, cortometraggio, regia Alberto Palmiero, Csc Produzioni
2019 Tagli, cortometraggio, regia Fabrizio Bartolini, ruolo: Giulia, protagonista
2019 Il profumo dell’abisso, cortometraggio, regia Giovanni Berardi e Luke Anthon, ruolo: Carlotta, coprotagonista
2018 Home banking, serie web, regia Marianna Adamo, ruolo: Cloe
2018 Sei meglio di me, film per il cinema, regia Luca Solina, ruolo: Teresa, psicologa
2017 La mossa del cavallo, serie tv regia Gianluca Maria Tavarelli, ruolo: Serafina
2017 “Welcome to Elsinore, Hamlet’s story”, web serie regia Donatella Furino e Emma Campili, ruolo: regina Gertrude
2016 “The Vanishing”, cortometraggio per Officine Ied Milano, regia Davide Fois, ruolo: Anna, protagonista
2016 “A wedding day”, cortometraggio per Officine Ied Milano, regia Marco Gradara, ruolo: Claudia, coprotagonista
2016 “Odontofobia”, cortometraggio regia Simone Saraceno, ruolo: protagonista
2014 “Rivelami”, cortometraggio regia Alice Terranova, ruolo: Beatrice, protagonista
2014 “Pisapia mirabilis”, regia Federico Antonucci cortometraggio per 24h Film Festival 2012 Viva la libertà, regia Roberto Andò, ruolo: segretaria Anna Morelli
2012 Rex 5, regia di Andrea Costantini, ruolo: Juliana Dragotji
2011 Erinâ, cortometraggio per la Shot film, diretto da Maurizio Calvesi, ruolo: Erin Brocovich
2009 Una Casa per tutti, regia di Riccardo Marchese, docufilm per la Carits Italiana

giovanna cappuccioMusical
2011 Mamma mia!, regia Giosiana Pizzardo, ruolo: Claire ed ensemble
2010 B-Generation, regia Andrea Palotto, B-Way Company; ruolo: Lucy
2007-08-09 Grease Tribute, per la compagnia B-Way; ruolo: Frency
2007 Romolo&Remo, commedia musicale di Giorgio Mazza
2006 La fabbrica del musical, trasmissione per Rai Futura
2003 Say Why, musical inedito per Roma Europa Festival, regia M. D. Bellucci

Altro
2016 “A landscape in a Glass of water”, spot Acqua Panna per Officine Ied Milano, regia Davide Fois, ruolo: mamma
2014 Suicidi di massa, omicidi di Stato, documentario regia di Fabio Mazza, voce narrante e conduttrice
2013 Festival le Quattro giornate del cinema di Napoli, presentatrice del Festival
2013 Amore e psiche, progetto fotografico, ph. Alessandra Cruciani, ruolo: Venere
2012 L’accattone, progetto fotografico, ph. Paola Casali e fotografi vari
Premi e riconoscimenti 2020 vincitrice premio Miglior Attrice per il concorso Autori nel cassetto, Attori sul comò con lo spettacolo Il figlio cambiato
2017 vincitrice con Annabella Calabrese del bando Mibact per sceneggiature originali per la serie Dreamland, ognuno cerca la sua terra ognuno cerca il suo riscatto”.

Skills
Lingue: inglese (fluente), francese (fluente), tedesco (elementare)
Dialetti: napoletano, romano
Basi di combattimento scenico
letti: napoletano, romano
Basi di combattimento scenico

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com