I virus passano anche dagli smartphone? Sì, sempre di più

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Siamo tutti abituati ad utilizzare la rete, ma siamo sicuri di farlo nel mondo giusto senza incorrere in pericoli informatici? E i nostri dati sono davvero al sicuro? A tutte queste domande cerchiamo di rispondere con questa piccola guida alla sicurezza informatica per smartphone.

Oramai la maggior parte delle nostre ricerche e del tempo passato online avviene attraverso lo smartphone, che viene generalmente considerato più sicuro di un computer. In realtà non è proprio così: anche i dispositivi mobili hanno bisogno di cura e attenzione e soprattutto di manutenzione. Infatti non dimentichiamoci mai che tutto ciò che attraversa la rete internet può essere infettato.

Gli smartphone subiscono principalmente attacchi – chiamati in modo più generale malware – di due tipi, spyware e adware, oltre che attività di phishing. Ma andiamo con ordine, cosa vogliono dire questi nomi? Facciamo subito chiarezza:

Spyware: sono tutti quei programmi malevoli che si infiltrano nei nostri dispositivi per spiare i nostri dati e le nostre operazioni online
Adware: conosciamo tutti i popup pubblicitari, quegli annunci fastidiosi che compaiono all’improvviso, ma forse non sappiamo che al loro interno possono nascondersi virus che infettano in dispositivo.
Phishing: assomiglia di più ad una truffa che ad un virus. Un hacker, creando un identità digitale finta, raggira un utente in modo da farsi dare dati personali e sensibili, da riutilizzare online con scopi sempre malevoli.

Purtroppo questi attacchi informatici avvengono più frequentemente di quanto si pensi, ed attaccano numerose persone. Basti pensare al caso dello spyware di WhatsApp lo scorso maggio. E dunque come possiamo difenderci? I passi da fare sono semplici, molto più semplici di quanto si pensi.

Prima di tutto usate solo app certificate, scaricate dagli app store ufficiali di Android e Apple. Per i vostri account create password efficaci, che non siano formate solo dalla vostra date di nascita o da parole semplici da capire. Potete trovare in molti casi dei generatori di password casuali e usare dei programmi come LastPass per salvarle e proteggerle.

Non utilizzate reti internet non sicure, soprattutto se effettuate spesso transazioni online e inviate dati sensibili. Quali sono le reti non sicure? I Wi-Fi pubblici non protetti da chiave d’accesso ad esempio, o le reti condivise. Per queste potete utilizzare un servizio come le virtual private network. Che cos’è una VPN?

È un sistema per cui la vostra connessione verrà protetta e oscurata in modo da evitare possibili attacchi informatici. Non dimenticate poi che anche sugli smartphone potete installare un antivirus che vi aiuta a tenere alla larga virus vari e un adblocker, in modo da bloccare i pop-up contenenti possibili malware. L’ultimo consiglio da seguire è quello di utilizzare la rete in modo consapevole: non fornite più dati di quanto necessario, navigate solo in siti protetti e certificati.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: