Campari: al via #CampariCinemaClub

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Alessandro Borghi, Catrinel Marlon, Ferzan Özpetek e Greta Scarano raccontano ai propri fan i film che più rappresentano la loro passione per il cinema

La passione per il Cinema unisce Campari a milioni di italiani. Per questo, insieme ad Alessandro Borghi, Catrinel Marlon, Ferzan Özpetek e Greta Scarano, Campari lancia #CampariCinemaClub.

Un appuntamento settimanale durante il quale i quattro artisti – già Ambassador del brand durante la 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – condividono sui loro profili Instagram e su @campari.it la loro personale classifica di pellicole che più rappresentano, in questo momento, la loro passione per il grande schermo.

In questo modo, chiunque potrà accogliere i suggerimenti degli artisti, dilettarsi in una maratona cinematografica di qualità e condividere a sua volta la propria lista di film preferiti.

Si inizia oggi, 27 marzo, con la prima classifica stilata da Alessandro Borghi, attore che da anni regala al cinema interpretazioni di altissimo livello e la cui grande versatilità lo ha reso uno dei volti più amati e ricercati del panorama cinematografico italiano e internazionale.

Toro scatenato – di Martin Scorsese
Interstellar – di Christopher Nolan
Blue valentine – di Derek Cianfrance
La promessa dell’assassino – David Cronenberg
The wrestler – di Darren Aronofsky
L’assassinio di Jessy James per mano del codardo Robert Ford – di Andrew Dominik
Man on fire – di Tony Scott
Il cavaliere oscuro – di Christopher Nolan
Amores perros – di Alejandro Gonzalez Inarritu
Her – di Spike Jonze

Si prosegue ad aprile con Ferzan Özpetek – noto regista, sceneggiatore e scrittore che ha offerto al cinema italiano lavori indimenticabili. A seguire, sarà il turno di Catrinel Marlon – modella e attrice, protagonista del recente La Gomera – l’isola dei fischi, per finire con Greta Scarano, attrice cinematografica e televisiva, vincitrice del Nastro d’Argento nel 2016 per Suburra di Stefano Sollima, recentemente protagonista della serie TV Non mentire di Gianluca Maria Tavarelli.

#CampariCinemaClub è un’iniziativa che consolida il forte e storico legame tra il brand e il mondo del grande schermo, già recentemente testimoniato dalla prestigiosa partecipazione alle ultime due edizioni della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia in qualità di main sponsor. Campari sceglie di intrattenere e avvicinare le persone, se non fisicamente, almeno tramite i social, stimolando la condivisione reciproca delle meravigliose storie che il cinema mondiale è in grado di raccontare e in cui tutti ci riconosciamo, distanti ma uniti, nella passione per la settima arte.

Gli hashtag ufficiali dell’iniziativa:

#CampariCinemaClub
#RedPassion
#IoRestoaCasa
#DistantiMaUniti
Qui la pagina Instagram ufficiale di Campari Italia

campari

Alessandro Borghi – ph: ANDREA METE

Campari e il cinema
Da sempre, Campari sceglie il mezzo cinematografico come veicolo di comunicazione per raccontare, in modo avveniristico e aspirazionale, l’essenza di un marchio che ha sancito la nascita del mito dell’aperitivo italiano nel mondo. Un connubio, quello tra Campari e il grande schermo, che trova la massima espressione nelle numerose collaborazioni con registi e attori di fama internazionale, attraverso campagne innovative che hanno scritto la storia della comunicazione di marca.

Un percorso artistico che prende il via nel 1984, quando Federico Fellini girò per Campari “Ragazza in treno”: un vero e proprio corto cinematografico che vede il celebre regista cimentarsi per la prima volta nella realizzazione di uno spot per un marchio privato.

Il sodalizio tra Campari e registi pluripremiati prosegue nel tempo e, tra le numerose collaborazioni, possono essere citate quelle con Tarsem Singh, autore della “Trilogia” negli anni Novanta, e Joel Schumacher con “L’attesa” (2011), fino ad arrivare a Paolo Sorrentino che ha firmato l’attuale campagna di comunicazione “Creation”.

Non solo registi ma anche talenti hollywoodiani del calibro di Uma Thurman, Penelope Cruz o Benicio del Toro hanno affiancato il loro nome a quello del brand in qualità di protagonisti di diverse edizioni del Calendario Campari.

Infine, Campari Red Diaries, l’ultimo progetto che utilizza il cortometraggio per portare in scena il concetto che “ogni cocktail racconta una storia”, può vantare le regie di Paolo Sorrentino, Stefano Sollima e Matteo Garrone e l’interpretazione di attori quali Clive Owen, Zoe Saldana, Ana de Armas e Adriano Giannini.

CAMPARI GROUP
Campari Group è uno dei maggiori player a livello globale nel settore degli spirit, con un portafoglio di oltre 50 marchi che si estendono fra brand a priorità globale, regionale e locale. I brand a priorità globale rappresentano il maggiore focus del Gruppo e comprendono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY, Wild Turkey e Grand Marnier. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Ha un network distributivo su scala globale che raggiunge oltre 190 Paesi nel mondo, con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. La strategia del Gruppo punta a coniugare la propria crescita organica, attraverso un forte brand building, e la crescita esterna, attraverso acquisizioni mirate di marchi e business.

Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 17 impianti produttivi e in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001.

Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it. Bevete responsabilmente

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: