Alejandro Sutnaj espone ora nella più grande galleria d’arte online al mondo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Sutnaj, nome d’arte-anagramma del vero cognome dell’artista italo-argentino, si trasferisce sul web: così i social cambiano l’arte, apportando un catalogo online sterminato con un giro d’affari da 5 miliardi di dollari.

Sutnaj, nome d’arte-anagramma del vero cognome dell’artista italo-argentino, si trasferisce sul web ed espone ora nella più grande galleria d’arte online al mondo: Saatchi Art (www.saatchiart.com/sutnaj).

Autore 30 anni fa del famoso quadro “Bicycle” (olio e foglie d’oro 24 carati su tela installata su pannello di legno, 150×80 cm., 1989), Sutnaj si è sempre rifiutato di vendere quest’opera, ma in occasione del suo sbarco sul web ha deciso di vendere ora il suo capolavoro, quotato 520.000 dollari, attraverso la prestigiosa galleria Saatchi Art, con sede a Los Angeles in California. E i ricavati della vendita verranno interamente devoluti all’associazione senza scopo di lucro «Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte» (www.icjlds.org).

Certo è che tra web e social l’arte viaggia veloce. Ed anche chi non fa parte degli elitari network di collezionisti, da tempo si informa grazie all’utilizzo di Facebook ed Instagram da parte di galleristi ed artisti.

Su un campione di 1.000 collezionisti e mercanti ad alto potere d’acquisto, secondo ARTeXy.net, il 70% utilizza i social network -e soprattutto Instagram- per ottenere informazioni su opere e quotazioni.

A partire da oggi “Bicycle” e le altre opere originali dell’artista italo-argentino possono inoltre essere acquistate anche sul portale del pittore alla url www.sutnaj.com, con pagamento direttamente all’ente non-profit di diritto italiano che ne è beneficiario.

Mentre sul portale Usa (www.saatchiart.com/sutnaj) oltre alle opere originali dell’artista sarà possibile acquistare anche le stampe su carta pregiata, con quotazioni intorno ai 100 dollari, che -dedotta la commissione della galleria- verranno devoluti anche in questo caso in beneficenza.

«Il mercato online dell’arte rimane enigmatico, ma il volume di scambi in questi primi mesi del 2019 è già aumentato del 15%, incrementando la sua crescita rispetto al +12% del 2018» commentano i responsabili di ARTeXy.net.

Il giro d’affari delle opere scambiate grazie al web ha così raggiunto un volume annuale di 5 miliardi di dollari, dai 1,5 miliardi di 7 anni fa, in un una “piazza digitale” dove il 65% degli acquirenti si rinnova ogni anno e dove si muovono con sempre maggiore destrezza anche le più grandi icone dell’arte contemporanea: non solo Sutnaj -che su Instagram è appena approdato (www.instagram.com/sutnaj/)- ma anche Obey che di follower ne ha 1,1 milioni, passando per JR con 1,3 milioni di follower fino ad arrivare a Banksy che ne ha 5,7 milioni.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: