Centro storico, la pioggia non arresta i controlli anti-abusivismo della Polizia Locale (foto)

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Fermati due centurioni, uno trovato in possesso di arma da taglio. Maxi-sequestro di ombrelli e poncho.

Proseguono gli interventi a tutela del decoro urbano da parte della Polizia Locale della Capitale, al fine di contrastare fenomeni di degrado e abusivismo commerciale, oltreché di tutelare cittadini e turisti dai rischi derivanti da acquisti di prodotti che non solo vengono venduti illegalmente ma, essendo costituiti da materiale scadente, anche poco sicuri.

Nelle varie zone del Centro Storico a maggior richiamo turistico, dove i venditori irregolari, nonostante la pioggia intensa, non desistono a procacciare ignari acquirenti, gli agenti hanno posto sotto sequestro oltre 400 ombrelli e 500 poncho.

Solo negli ultimi giorni sono stati fermati 13 abusivi, accompagnati presso il Comando Generale e sottoposti alle procedure di foto-segnalamento. Nei loro confronti sono stati avviati ulteriori accertamenti riguardanti la regolarità della loro posizione sul territorio nazionale.

Una pattuglia del I Gruppo “ex Trevi”, nell’ambito dei controlli anti abusivismo nella zona del Colosseo, ha fermato due centurioni, entrambi di nazionalità italiana, di 45 e 49 anni. Scattata la sanzione amministrativa di 400 euro e la misura del DASPO per ognuno di loro, oltre il sequestro dei capi d’abbigliamento, come previsto dal regolamento di polizia urbana. Il quarantanovenne, G.D.S., è stato inoltre trovato in possesso di un pugnale in acciaio con una lama di oltre 20 cm. L’arma è stata immediatamente sequestrata e l’uomo denunciato per detenzione abusiva di armi.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: