Piazza di Siena 2019 e i percorsi di luce naturale e artificiale a Villa Borghese

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
La luce, dopo il verde e l’impatto ‘bio’ del Concorso di Piazza di Siena, ha rappresentato il ‘Terzo Elemento’ dell’edizione 2019.

I percorsi di luce naturale, filtrati dallo straordinario effetto cromatico della primavera romana, hanno caratterizzato le diverse iniziative, mentre alla luce artificiale è stato ‘affidato’ il compito di creare veri e propri palcoscenici emozionali, come nel caso dei Cavalli di Design del Leonardo Horse Project ideato da Snaitech e patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Basta una semplice passeggiata a Villa Borghese in questi giorni per rendersene conto: il Concorso ippico internazionale di Piazza di Siena è un evento nel quale si alternano in perfetta sincronia sport, arte e cultura, nel pieno rispetto della visione della ’nouvelle’ Piazza di Siena concepita dagli organizzatori, Sport e Salute Spa (già Coni servizi) e Fise. Nelle diverse direttrici che si snodano verso la città dalla magnifica villa romana, splendono al sole tra le mille sfumature affrescate dalla vegetazione, i quattro Cavalli di Design, che definiscono al meglio la sintesi tra cavallo e arte, fonte di ispirazione per gli artisti di ogni epoca. Nel percorso di sport, arte, luce, verde e architettura, l’edizione 2019 di Piazza di Siena spicca la ’presenza’ del più grande genio della storia dell’uomo: Leonardo Da Vinci. Fino al gran finale di domenica 26 maggio, quattro delle opere del Leonardo Horse Project, patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali, sono esposte in viale Pietro Canonica a Villa Borghese. Un’iniziativa che ha ’trasportato’ il Concorso nell’agenda dei festeggiamenti per Leonardo.

Il Leonardo Horse Project è un progetto ideato e promosso da Snaitech per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Nell’ambito di questo progetto, Snaitech ha realizzato 13 riproduzioni del Cavallo di Leonardo, maestosa statua equestre progettata dal genio toscano e custodita all’Ippodromo Snai San Siro, che sono state poi personalizzate da artisti e designer di fama internazionale.

Presentati nell’ambito della Milano Design Week, i Cavalli di Design hanno iniziato la loro cavalcata pacifica per le vie di Milano per far conoscere ad un numero sempre più ampio di persone il Cavallo di Leonardo. Con l’arrivo a Roma di 4 dei 13 Cavalli di Design, quelli realizzati da Roberto Fragata, Elena Salmistraro, Marcelo Burlon e Matteo Cibic, il progetto amplia i propri confini assumendo un interesse e una rilevanza nazionale.

Leonardo a Piazza di Siena si inquadra nella delicata fibra che Sport e Salute, Fise e istituzioni cittadine stanno tessendo con il fine di dare vita a nuovi modelli virtuosi di sostegno al patrimonio culturale e artistico della città. I quattro cavalli – oltre che uno straordinario omaggio al padre dell’ingegno che, di fatto, ha indirettamente influenzato le decine di artisti che hanno sviluppato il patrimonio di Villa Borghese nei secoli – rappresentano una metafora della mission di Piazza di Siena che si muove verso l’esterno della Villa per consegnarsi alla città in un progetto di luce e movimento che si offre al Rinascimento di Roma e alla sua straordinaria unicità.

Foto dei Cavalli di Design in notturna
Credits Paolo Pizzi

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: