Tutela salute pubblica, dai primi di ottobre già oltre 30mila le verifiche eseguite della Polizia Locale

Dalle zone movida alle periferie, oltre 80 le violazioni riscontrate nell’ultimo weekend.

Prosegue l’attività di vigilanza della Polizia Locale della Capitale per verificare il rispetto delle disposizioni in vigore per il contenimento del contagio. Dai primi giorni di ottobre ad oggi, sono già oltre 30mila le verifiche eseguite dalle pattuglie sul territorio capitolino. In questo ultimo fine settimana sono più di 80 le irregolarità riscontrate dagli agenti per inosservanza delle misure anti-covid, con controlli mirati che hanno riguardato non solo le località più frequentate della movida ma anche i quartieri periferici.

Numerosi gli interventi degli agenti che si sono resi necessari per verificare segnalazioni ricevute sul mancato o scorretto uso dei dispositivi di protezione da parte di dipendenti all’interno delle attività. Le sanzioni sono scattate per questa ed altre condotte illecite come la formazione di assembramenti, la somministrazione di cibo e bevande in piedi, sul posto o nelle adiacenze dei locali pubblici oltre le ore 21, il mancato distanziamento tra i tavoli o la prosecuzione del servizio di ristorazione oltre la mezzanotte. Controlli specifici anche per far rispettare le regole anti-alcol: più di 20 le contestazioni elevate per la vendita di bevande alcoliche fuori dall’orario previsto, soprattutto da parte dei minimarket , e per il consumo di alcolici nelle strade oltre l’ora consentita.

Oltre alle verifiche a tutela della salute collettiva, gli agenti sono stati impegnati anche nei consueti accertamenti per garantire la sicurezza stradale, ponendo particolare attenzione a comportamenti pericolosi, oltrechè irregolari, come l’eccesso di velocità, con più di 180 i conducenti sorpresi alla guida ad una velocità superiore ai limiti consentiti, o l’utilizzo improprio di particolari categorie di veicoli, le cosiddette microcar, come avvenuto nel quartiere dell’Eur, all’altezza di Piazzale dei SS Pietro e Paolo, dove gli agenti hanno svolto verifiche mirate alla repressione di fenomeni connessi al disturbo della quiete pubblica, rilevando oltre 30 illeciti. Circa un migliaio, nel complesso, le sanzioni per violazione delle norme stradali e 83 le rimozioni per intralcio alla circolazione.

Scrivi a: redazione@viviroma.tv

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.