Verso la fase 3

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
TEATROVID-19
Il teatro ai tempi del corona

Cosa hanno in comune Il marchese del Grillo e mastro Titta? Periodo storico? No! Storie simili? Neanche!
La città di Roma? Sì!

Ieri finalmente, avvicinandoci alla fase 3, sono ripartite le visite teatralizzate a Roma della ‘Fenix 15-30’ e de ‘I viaggi di Adriano’.

Erano in programma quattro appuntamenti per entrambi gli spettacoli: “Il marchese del Grillo” nella zona della suburra di Roma, mentre “Mastro Titta” tra borgo Pio e corso Vittorio.

Sono andato a fare il tifo a questi ragazzi e così sono riuscito a vedere entrambi gli spettacoli.

Per le disposizioni dovute al covid, il numero dei partecipanti, che di solito sono 50 per ogni visita, è sceso a 15, per permettere il distanziamento sociale tra il pubblico ed evitare assembramenti.
Gli attori e l’organizzazione si sono dovuti impegnare ad offrire più spettacoli, sia per venire incontro alla richiesta, sia per coprire i costi.

Ricordo che il mondo del teatro e il suo indotto sino stati fermi per ben tre mesi…

Questi ragazzi però non si sono persi d’ animo e coraggiosamente in questi mesi ci hanno tenuto compagnia sul web intrattenendoci con video, alcuni molto divertenti, di cui ho parlato abbondantemente su questa pagina.

Ora stanno ripartendo, con un forte sforzo per rispettare le limitazioni imposte dalle norme sanitarie, cercando di offrire al pubblico uno spettacolo all’altezza della loro professionalità, gradevole e in sicurezza.

Così ho avuto modo di rincontrare attori a me cari come Luca Basile, Valerio Di Benedetto, Francesco Stella, Cristiano Arsì, Massimo Genco Balza, Matteo Quinzi, Giovanna Cappuccio, Andrea Standardi e Giovanni Bonacci, che con molta fatica e grazie a un pubblico che li sostiene, stanno piano piano ripartendo e cercando di farci tornare alla normalità.

Un plauso a loro, che nonostante la difficoltà di esibirsi davanti a un pubblico ridotto e la fatica nel dover replicare lo spettacolo più volte nella serata per riuscire a raggiungere il numero di partecipanti adeguato a coprire le spese, molto professionalmente si sono esibiti senza remore.

Avevo già visto più volte queste visite teatrali con il tutto esaurito, e posso dire che i nostri si sono esibiti senza il minimo cedimento, impegnandosi con professionalità, divertendo il pubblico.
Nella stessa serata due spettacoli che si sfiorano assai diversi tra loro:

Il marchese del Grillo ricalca la nota struttura del film di Monicelli che però, come ci dicono le guide, ha voluto trasporre il personaggio cent’anni dopo rispetto al tempo in cui è vissuto.

In questa visita gli attori si divertono con il pubblico interagendo e spesso improvvisando, cosicché ogni replica ha sempre un tocco di freschezza e di novità.

Mastro Titta invece è più drammatico e segue uno schema più rigido, colpisce lo spettatore che entra nell’animo dei personaggi che si avvicendano al cospetto del boia.

Nonostante tutto però, senza intaccare la veridicità storica, Luca Basile magistralmente nel finale è riuscito ad inserire il suo tocco strappando risate amare al pubblico grazie ad una piega insolita della vicenda che con il suo humor nero riesce anche a far sorridere.
Bravi!

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

Avatar

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.