Il Barone Rampante abita a Villa Ada

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Dipartimento Ambiente di Roma Capitale aveva segnalato la presenza.

In cima ad un grande cedro nei boschi del parco di Villa Ada, di alcune strane “piattaforme”, all’apparenza abitate. Per andare a verificare la situazione una mini-cordata, mobilitata dall’Osservatorio ambientale Sherwood, ha scalato con tecniche alpinistiche – ramo dopo ramo – l’enorme albero, che alla fine è risultato essere alto quasi 30 metri.

In cima, la sorpresa: due piccole piattaforme costruite in legno compensato, ben ancorate e protette da paratie e reti di corda; oltre a tracce di frequentazione con zainetti, indumenti appesi svolazzanti e persino una scorta di acqua. Segno che lassù, tra le raffiche di vento che fanno oscillare la punta del cedro e con una vista che spazia sino al Soratte, qualcuno incredibilmente ci vive o ci ha vissuto.

«Un giaciglio “ai confini della realtà”, davvero impegnativo da raggiungere – commenta Lorenzo Grassi, coordinatore dell’Osservatorio ambientale Sherwood – che fa di questo misterioso e al momento ignoto costruttore e abitante della foresta un degno erede del leggendario Barone Rampante narrato da Italo Calvino».

Scrivi a: redazione@viviroma.tv
Share.

About Author

ViviRoma

Il Gruppo ViviRoma fondato da Massimo Marino nel 1988, nasce come giornale murale per ampliarsi nel tempo in un magazine, TV e WEB.

Leave A Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: